Lesione

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando il termine giuridico, vedi lesione personale.
Avvertenza
Le informazioni qui riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. Questa voce ha solo scopo illustrativo e non sostituisce il parere di un medico: leggi le avvertenze.

Lesione è un termine utilizzato in medicina per indicare una qualsiasi alterazione a carico di un tessuto o di un organo che comporti un cambiamento della forma, della funzione o della morfologia degli stessi, come conseguenza di un insulto fisico, chimico o biologico[1]. Può derivare da un trauma oppure caratterizzare una malattia[2]. Si tratta di un termine generico che può indicare numerose condizioni, dall'ulcera alla ferita, al tumore[3].

La parola deriva dal latino laesus, participio passato del verbo laedĕre che significa danneggiare[4].

Le lesioni possono essere definite focali o multifocali, qualora si tratti di singole o multiple alterazioni localizzate. Possono essere localmente estese o diffuse quando il danno è più ampio, tanto da invadere organi o tessuti situati in posizioni adiacenti o a distanza[5].

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Definizione Treccani
  2. ^ Collins English Dictionary, HarperCollins Publishers, 2003.
  3. ^ Miller, Keane, O'Toole, Miller-Keane Encyclopedia and Dictionary of Medicine, Nursing, and Allied Health, 7ª ed, Elsevier, 2003. ISBN 14-16026-04-5.
  4. ^ lesione in Treccani.it - Vocabolario Treccani on line, Istituto dell'Enciclopedia Italiana, 15 marzo 2011.
  5. ^ David Slauson, Barry Cooper, Mechanisms of Disease: A Textbook of Comparative General Pathology, Mosby, 2001. ISBN 03-23002-28-5.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

medicina Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina