Le migliori cose del mondo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Le migliori cose del mondo
Titolo originale As melhores coisas do mundo
Lingua originale Portoghese
Paese di produzione Brasile
Anno 2010
Durata 105 minuti
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 2,35 : 1
Genere commedia
Regia Laís Bodanzky
Soggetto Gilberto Dimenstein, Heloisa Prieto
Sceneggiatura Luiz Bolognesi
Produttore Caio Gullane, Fabiano Gullane, Débora Ivanov, Gabriel Lacerda
Casa di produzione Gullane Filmes
Distribuzione (Italia) Intramovies Pick
Fotografia Mauro Pinheiro Jr.
Montaggio Daniel Rezende
Musiche Eduardo Bid
Interpreti e personaggi

Le migliori cose del mondo (As melhores coisas do mundo) è un film brasiliano del 2010 diretto da Laís Bodanzky. Il film è stato distribuito nelle sale il 16 aprile 2010[1]. Prodotto da Gullane e distribuito dalla Warner Bros., il film è tratto dall'omonima serie di libri Mano, scritta da Gilberto Dimenstein ed Eloisa Prieto.[2] Con 296.739 spettatori, il film è stato il nono miglior incasso in patria del 2010.[3]

Il film ha vinto otto riconoscimenti in occasione del Festival di Recife, diventando il film più premiato del festival.[4]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

"Mano" e suo fratello, due ragazzi brasiliani, vincono - come dice Mano - 'la lotteria della sfica': il loro padre si scopre gay e li abbandona per andare a vivere con Gustavo. Mano è infatuato di Valeria, la ragazza più chiaccherata della scuola, e finalmente riesce a farci sesso. Nel frattempo Carol, la sua migliore amica, è infatuata del professore di fisica e riesce a baciarlo. Ma la cosa si viene a sapere ed il professore viene licenziato. E, nell'ambiente scolastico si viene a sapere anche dell'omosessualità del padre di Mano. Lui viene picchiato, Valeria lo molla, il suo insegnante di chitarra parte per l'Europa; è un brutto periodo per Hermano. Ed anche per Pedro che viene lasciato dalla ragazza e tenta il suicidio. Ma Mano lo salva in extremis e salva se stesso scoprendo di essere innamorato di Carol.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ As Melhores Coisas do Mundo - Cinema10.com.br. Acessado em 14 de dezembro de 2009
  2. ^ Trailer do filme "As Melhores Coisas do Mundo" - UOL Cinema. Acessado em 14 de dezembro de 2009
  3. ^ Castro, Daniel, Canais pagos reprisam filme brasileiro até 39 vezes em um ano in Blog Daniel Castro, 17 luglio 2012. URL consultato il 18 luglio 2012.
  4. ^ "As Melhores Coisas do Mundo", de Laís Bodanzky, leva 8 troféus no Cine PE. URL consultato il 1º aprile 2011.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema