Ladri nella notte

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ladri nella notte
Titolo originale Thieves in the Night
Autore Arthur Koestler
1ª ed. originale 1946
Genere romanzo
Lingua originale inglese

Ladri nella notte è un romanzo di Arthur Koestler, edito nel 1946, e racconta l'epopea dei coloni ebraici in Palestina tra il 1937 e il 1939.

Il romanzo segue la creazione di una nuova colonia agricola ebraica in Galilea: la torre di Esdra, illustrando il faticoso acquisto dei terreni dagli arabi, la difficile presa di possesso degli stessi da parte dei coloni ebrei, gli attacchi terroristici palestinesi, l'ostilità antiebraica delle autorità britanniche, il defatigante lavoro quotidiano di dissodamento dei terreni, le continue vessazioni che i coloni ricevono sia da parte araba che da parte britannica. Il romanzo racconta poi dell'arrivo di profughi ebrei fuggitivi dalla Germania nazista che, anziché essere assistiti vengono respinti come indesiderabili dal mandato inglese in Palestina e di come si evolve, con diverse e tragiche scelte la vita dei coloni della torre di Esdra: Dina violentata e uccisa da terroristi arabi, "l'inglese" che dopo essere stato uno dei fondatori della colonia e avere aderito alla lotta armata contro i filo-arabi presenti nell'autorità britannica fonda una nuova colonia.

Edizione italiana[modifica | modifica wikitesto]

letteratura Portale Letteratura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di letteratura