L'assedio di Krishnapur

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
L'assedio di Krishnapur
Titolo originale The Siege of Krishnapur
Autore James Gordon Farrell
1ª ed. originale 1973
Genere romanzo
Lingua originale inglese

L'assedio di Krishnapur (The Siege of Krishnapur) è un romanzo di James Gordon Farrell del 1973, e costituisce il secondo libro della cosiddetta Trilogia dell'Impero (con Tumulti del 1970 e The Singapore Grip del 1978).

Ispirato da eventi come l'assedio di Cawnpore e di Lucknow, il libro descrive l'assedio di Krishnapur, una città Indiana immaginaria, durante i moti indiani del 1857 dal punto di vista dei residenti britannici. I personaggi principali si ritrovano soggetti alle crescenti restrizioni e privazioni dell'assedio, che inverte la struttura "normale" della vita in cui sono gli europei a governare gli asiatici. Il libro ritrae un'India sotto il controllo della Compagnia britannica delle Indie orientali, così come accadde nel 1857. L'assurdità del sistema di classe in una città sotto assedio diventa fonte di invenzione comica, anche se la narrazione è grave negli intenti e nel tono.

Riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

Il romanzo ha ottenuto recensioni positive da una varietà di fonti[1] e ha vinto il Booker Prize nel 1973.

Nel 2008 il libro è stato finalista, insieme a cinque altri ex vincitori del Booker Prize, del cosiddetto "Best of the Booker", poi assegnato a I figli della mezzanotte di Salman Rushdie.

Edizioni[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Sue Arnold, Guardian Book Reviews in The Guardian (Londra), 24 settembre 2005. URL consultato il 28 ottobre 2012.
letteratura Portale Letteratura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di letteratura