Best of the Booker

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il Best of the Booker è un premio speciale assegnato nel 2008 in commemorazione del 40º anniversario del Booker Prize. Libri ammissibili comprendono i vincitori del premio sin dalla sua fondazione nel 1969.[1] Tra i candidati sono stati gli unici due autori (fino ad allora) ad aver vinto per due volte il Booker, Peter Carey e John Maxwell Coetzee, nominati rispettivamente per i loro romanzi Oscar e Lucinda e Vergogna.[2]

Il vincitore, scelto da una votazione pubblica, è I figli della mezzanotte di Salman Rushdie, ed è stato annunciato il 10 luglio al Festival Letteratura di Londra.[3] I figli della mezzanotte non solo ha vinto il Booker Prize nel 1981, ma anche il premio speciale "Booker of Bookers" assegnato nel 1993 per celebrare il 25º anniversario del premio.[1]

I titoli entrati nella selezione finale erano:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Michelle Pauli, Best of the Booker' pits Rushdie against 40 pretenders, The Guardian, 21 febbraio 2008. URL consultato il 30 novembre 2012.
  2. ^ (EN) The Best of the Booker shortlist announced, The Man Booker Prizes, 12 maggio 2008. URL consultato il 30 novembre 2012.
  3. ^ (EN) Rushdie wins Best of Booker prize, BBC News, 10 luglio 2008. URL consultato il 30 novembre 2012.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]