Kuno Fischer

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ernst Kuno Berthold Fischer

Ernst Kuno Berthold Fischer (Sandewalde bei Góra, 23 luglio 1824Heidelberg, 5 luglio 1907) è stato un filosofo tedesco.

Una dei maggiori contributi di Fischer alla filosofia fu la distinzione tra empirismo e del razionalismo e la categorizzazione dei filosofi, in particolare quelli del XVII e XVIII secolo. John Locke, George Berkeley e David Hume furono classificati empiristi mentre René Descartes, Baruch Spinoza e Gottfried Leibniz razionalisti.

L'empirismo, sosteneva Fischer, ritiene che la conoscenza derivi dall'esperienza sensibile mentre, il razionalismo, sostiene che la conoscenza possa essere acquisita senza esperienza ma attraverso dei principi o categorie. Anche se la suddetta categorizzazione ebbe un grande successo a quei tempi, la distinzione di Fisher viene messa in questione dalla filosofia contemporanea maggiormente interessata alla chiara comprensione del pensiero e del metodo di ciascun pensatore.

Uno dei suoi allievi più noti fu Wilhelm Windelband.

Opere[modifica | modifica sorgente]

  • System der Logik und Metaphysik (1852)
  • Schiller als Philosoph. J. C. Hermann (J. E. Suchsland) (Frankfurt am Main, 1858)
  • Die beiden Kantischen Schulen in Jena (Stuttgart, 1862)
  • Geschichte der neuren Philosophie. 3. u. 4. Bd. Immanuel Kant und seine Lehre. 3. Aufl. Verlagsbuchhandlung Fr. Bassermann (Munich, 1882)
  • Hegels Leben und Werke (Heidelberg, 1911)
  • Kant's Leben und Charakter (Wissenschaftlicher Verlag) (Schutterwald/Baden 2001) ISBN 978-3-928640-71-8

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 29607117 LCCN: nr88010032

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie