Keracianina

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.
Keracianina
Formula di struttura
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolare C27H31O15+, Cl-
Massa molecolare (u) 630,97 g/mol
Numero CAS [18719-76-1]
PubChem 29231
Indicazioni di sicurezza

La keracianina è un'antocianina. In particolare è la 3-rutinoside cianidina. Si trova nei ribes.

Metabolismo[modifica | modifica sorgente]

La cianidin 3-O-rutinoside 5-O-glucosiltransferasi usa UDP-glucosio e keracianina per produrre UDP e cianidin 3-O-rutinoside 5-O-beta-D-glucoside.

Proprietà farmacologiche[modifica | modifica sorgente]

Sembra migliorare la capacità di adattamento della retina (soprattutto in condizioni di emeralopia e di miopia) e sembra possedere un'azione capillaroprotettrice[1][2]. È conseguentemente indicata nel trattamento di disturbi della visione (emeralopia e miopia), e come tale è presente in un medicinale (Meralop).

Controindicazioni[modifica | modifica sorgente]

La keracianina è controindicata in caso di ipersensibilità nota.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ P. Solé, D. Rigal; J. Peyresblanques, [Effects of cyaninoside chloride and Heleniene on mesopic and scotopic vision in myopia and night blindness]. in J Fr Ophtalmol, vol. 7, nº 1, 1984, pp. 35-9, PMID 6381579.
  2. ^ M. Miskulin, G. Godeau; AM. Tixier; AM. Robert, [Experimental study of the effects of cyaninoside chloride on collagen, and its potential value in ophthalmology]. in J Fr Ophtalmol, vol. 7, nº 11, 1984, pp. 737-43, PMID 6085333.

Letteratura[modifica | modifica sorgente]

F. Trimarchi et al., Min. Oftalmol. 18, 143, 1977; F. Trimarchi et al., Ann. Oftalmol. Clin. Ocul. 105, 111, 1979.