Istituto di Gorée

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Gorée Institute
Tipo Organizzazione di interesse pubblico
Fondazione 1992
Scopo Promuovere la riflessione critica, la cultura, l’apertura dell’Africa
Sede centrale Senegal Gorée
Area di azione Africa
Sito web

Il Gorée Institute (Istituto di Gorée) è un’organizzazione indipendente d’interesse pubblico con sede sull'isola di Gorée di fronte a Dakar in Senegal creato nel 1992 sotto il patronato del presidente Abdou Diouf.

L'istituto nasce con lo scopo di promuovere la riflessione critica, la cultura, l’apertura dell’Africa agli scambi e alla cooperazione attiva, il dinamismo sociale, la creazione di nuove istituzioni, l’accesso alla tecnologia, la ricerca e lo sviluppo della comunità dell’Isola di Gorée. L’Istituto organizza conferenze, offre consulenza e ospita esposizioni.

Durante la Biennale di Dakar del 2000 l’Istituto presenta le sue attività in uno stand del MAPA ed è la sede del Laboratorio di Giornalismo Culturale, che pubblica il quotidiano della Biennale. Nel 2002 il Gorée Institut organizza la conferenza dibattito sulle Biennali Internazionali (a cura di Koyo Kouoh) e ospita sull’Isola un’esposizione (con Breyten Breytenback, Kan Sy e Fallou Dolly), un concerto del Quartetto Paul van Kemenade (organizzato dall’Ambasciata dei Paesi Bassi) e un laboratorio per artisti (sempre a cura di Koyo Kouoh). Marie-José Crespin – presidente del Comitato Scientifico della Biennale del 2002 – è inoltre membro dell’Istituto di Gorée.

  • Gorée Institute: Promoting Self-reliant and Open Societies in Africa, Goree Institut, 1994.
  • Goree Institute Annual Report: Overview and Outline of Activities, Goree Institute (GI), 1997
  • Access: The Goree Institute Quarterly Report, Goree Institute (GI), 1999.
  • Goree Institute Brochure: Centre for Democracy, Development and Culture in Africa.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]