Isomerasi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

In biochimica una isomerasi (numero EC 5[1]) è un enzima che catalizza l'interconversione tra due isomeri. Le isomerasi catalizzano dunque reazioni come la seguente.

A → B

Nomenclatura[modifica | modifica wikitesto]

Il nome sistematico di ogni isomerasi è composto nel modo seguente: "[Nome substrato] isomerasi" (come avviene ad esempio per la trioso fosfato isomerasi). In ogni caso, spesso si usa la terminologia "[Nome substrato] [tipo di isomerasi]", come avviene ad esempio per la fosfoglucomutasi.

Classificazione[modifica | modifica wikitesto]

Le isomerasi sono classificate, attraverso la classificazione internazionale EC, nella categoria EC 5. Esistono inoltre 6 ulteriori sottoclassi, costituite in base al tipo di reazione catalizzata dall'enzima.

  • EC 5.1: sono inclusi gli enzimi che catalizzano la produzione di racemi (racemasi) e di epimeri (epimerasi);
  • EC 5.2: sono inclusi gli enzimi che catalizzano l'isomerizzazione di isomeri geometrici (cis-trans isomerasi);
  • EC 5.3: sono incluse ossidoreduttasi intramolecolari;
  • EC 5.4: sono incluse transferasi intramolecolari (dette mutasi);
  • EC 5.5: sono incluse liasi intramolecolari;
  • EC 5.99: sono incluse altre isomerasi.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) 5 in ExplorEnz — The Enzyme Database, IUBMB.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]