Isaak van Ostade

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Maiale squartato, Museo di belle arti di Budapest

Isaak van Ostade, noto anche con la grafia Isaac (Haarlem, 1621Haarlem, 1649), è stato un pittore olandese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Imparò il mestiere con suo fratello maggiore Adrian (di undici anni più giovane), assorbendone lo stile a tal punto che è molto difficile attribuire le opere di questo periodo all'uno o all'altro. Nel 1643 Isaak si iscrisse alla Gilda di San Luca di Haarlem, e fu attivo in quella regione fino alla morte prematura, a ventott'anni.

Nonostante la sua breve carriera artistica fu un autore molto prolifico, a cui sono riferiti circa 350 lavori, il 50% dei quali datato. I suoi lavori giovanili mostrano soprattutto interni domestici e sono del tutto affini a quelli del fratello, a parte un'intonazione meno umoristica e una tavolozza leggermente più calda. Più celebri sono i suoi lavori più maturi, legati a scene di vita agreste all'esterno, in cui dimostrò tutta la sua abilità nel creare le composizioni, spesso lungo linee diagonali, e intonare i colori. Tali qualità, dal XX secolo in poi, hanno reso Isaak più rinomato del fratello nella critica artistica.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) AA.VV., Masterpieces of the National Museum of Western Art, Tokyo, The National Museum of Western Art, 2009. ISBN 978-4-906536-46-7

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 12574268 LCCN: n82090386

Pittura Portale Pittura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Pittura