Ionomicina

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le informazioni qui riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. Questa voce ha solo scopo illustrativo e non sostituisce il parere di un medico: leggi le avvertenze.
Ionomicina
{{{immagine1_descrizione}}}
Nome IUPAC
calcium (4R,​6S,​8S,​10Z,​12R,​14R,​16E,​18R,​19R,​20S,​21S)-​19,​21-​dihydroxy-​22-​{(2S,​2'R,​5S,​5'S)-​5'-​[(1R)-​1-​hydroxyethyl]-​2,​5'-​dimethyloctahydro-​2,​2'-​bifuran-​5-​yl}-​4,​6,​8,​12,​14,​18,​20-​heptamethyl-​11-​oxido-​9-​oxodocosa-​10,​16-​dienoate
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolare C41H70O9Ca
Massa molecolare (u) 747.0671 g/mol
Numero CAS [56092-82-1]
PubChem 6446270
Indicazioni di sicurezza

La ionomicina è uno ionoforo prodotto dal batterio Streptomyces conglobatus[1]. È spesso usata a scopi di ricerca per innalzare il livello di calcio intracellulare e capire il trasporto di Ca2+ attraverso le membrane. È anche usata per stimolarela produzione di Citochine, quali interferone, perforina, interleuchina 2, and Interleuchina 4 tipicamente in combinazione con TFA. Queste citochine svolgono un importante ruolo nella risposta infiammatoria.

Commercialmente la ionomicina può essere reperita in forma acida o come sale di Ca2+.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Vedere Ionomycin Calcium salt da Fermentek, pagina di produzionde per ionomicina