Hnefatafl

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Hnefatafl

Il Hnefatafl è un gioco da tavolo molto antico, originario dell'Europa del nord.

Il gioco è simile agli scacchi e si è diffuso in tutte le zone del Nord Europa toccate dai vichinghi.

È giocato sin dal 400, molto prima, quindi, dall'arrivo degli scacchi in Europa, che risale al XII secolo. Come negli scacchi si fronteggiano i pezzi bianchi e i pezzi neri. I bianchi sono muniti di un re mentre i neri non lo hanno. Lo scopo è per i bianchi quello di far fuggire il proprio re facendolo arrivare ad un angolo della scacchiera, mentre per i neri di catturare il re nemico.

Oltre al re gli altri pezzi sono tutti l'equivalente del pedone negli scacchi. Tutti i pezzi si possono muovere di quante caselle vogliono fino ad incontrare un ostacolo ed è vietato muoversi diagonalmente.

Per quanto riguarda le posizioni il re occupa la casella centrale e è circondato dai suoi pedoni, invece i neri sono posizionati ai bordi della scacchiera. Per "mangiare" un pedone bisogna chiuderlo tra due pezzi (Pb->Pn<-Pb )mentre il re va chiuso tra quattro pezzi.

Il nero muove sempre per primo.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • (EN) Martin Gardner, Four Unusual Board Games in Martin Gardner's Sixth Book of Mathematical Games from Scientific American, 1971, pp. 39-47, ISBN 0-226-28250-3.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

giochi da tavolo Portale Giochi da tavolo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di giochi da tavolo