Giubbotto salvagente

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Un giubbotto salvagente

Il giubbotto galleggiante è uno tipo di attrezzatura da utilizzare per il sostentamento delle persone anche con abiti indossati, in caso di necessità per salvataggio o per attività sportive tipo sci-nautico o wind surf in caso di caduta e/o eventuale stato di incoscienza.

Utilità[modifica | modifica wikitesto]

È prevalentemente utilizzato come prevenzione di annegamento in caso di naufragio di imbarcazione/i e navi e per questo è obbligatorio per tutti i natanti e imbarcazioni che navighino ad una distanza di oltre i 300 mt dalla costa, ed in tutte le navi e imbarcazioni atte al trasporto di passeggeri e relativo equipaggio. Quindi deve essere predisposto per legge l'imbarco e lo stivaggio di un numero sufficiente per il numero di persone trasportabili dal mezzo nautico o navale.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

La caratteristica principale e per cui deve essere certificato dal RINA, o di qualsiasi altro ente certificatore abilitato dallo Stato, è di dover sostenere una persona con la testa fuori dall'acqua anche in stato di incoscienza. Generalmente è di tipo a galleggiamento fisso, cioè con all'interno della intercapedine e relative sacche cucite, del materiale galleggiante, tipo polistirolo o sughero, questo è il tipo obbligatorio per legge. Può essere anche del tipo a galleggiamento variabile e quindi gonfiabile, con bombolino a gas o aria per il gonfiaggio automatico o a strappo, e nel caso di utilizzo per attività sportive, e rendere quindi agevoli i movimenti, può essere del tipo gonfiabile a bocca a piacimento attraverso un tubo di gomma con valvola di non ritorno e posto a fianco del viso.

Nota[modifica | modifica wikitesto]

In tempi passati sono stati emblematici i casi di annegamento di passeggeri che non sapevano nuotare o appesantiti dagli abiti, quando questi supporti di sopravvivenza non erano obbligatori o ne erano imbarcati per un numero inferiore di passeggeri. Questa problematica è ovviamente riscontrabile nei casi di imbarco di un numero di passeggeri superiore al consentito, come spesso accade in peasi dove le normative non vengono rispettate, come alcuni paesi africani, asiatici e medioorientali, o nei casi in cui vengono imbarcati illegalmente, da persone senza scrupoli, migranti che tentano di raggiungere paesi più benestanti.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

nautica Portale Nautica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di nautica