Giardini di Tivoli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Coordinate: 55°40′25″N 12°34′06″E / 55.673611°N 12.568333°E55.673611; 12.568333

I Giardini di Tivoli di sera.

I Giardini di Tivoli, o semplicemente Tivoli sono un famoso parco di divertimenti di Copenaghen, in Danimarca. Il parco fu aperto il 15 agosto 1843 e, a parte il Dyrehavsbakken nella vicina Klampenborg, è il più antico parco di divertimenti che sia sopravvissuto intatto fino a oggi. È una grande oasi verde all'interno del centro cittadino caratterizzata da vasti boschi e popolata da animali selvatici. Il parco divertimenti, nonostante sorga all'interno di tale oasi, rispetta l'ecosistema del giardino circostante.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Il parco fu inizialmente chiamato "Tivoli & Vauxhall": "Tivoli" come allusione agli omonimi giardini parigini (che presero a loro volta nome dalla città italiana di Tivoli), e "Vauxhall" in allusione ai Giardini di Vauxhall di Londra.

Il fondatore di Tivoli, Georg Carstensen (1812 - 1857) ottenne un permesso di cinque anni per creare Tivoli raccontando al re Cristiano VIII che "quando la gente si diverte, non pensa alla politica". Il re concesse a Carstensen l'uso di circa 60.000 m² del glacis fortificato oltre la Vesterport (Porta Occidentale) con un affitto annuale di 945 corone. Quindi, fino agli anni 1850, il Tivoli era al di fuori della città, accessibile attraverso la Porta Occidentale.

All'inizio, Tivoli includeva una grande varietà di attrazioni: costruzioni in stile esotico e orientale, un teatro, palchi per le bande, ristoranti e caffè, giardini fioriti e giostre meccaniche, come ad esempio un prototipo di trenino per osservare il panorama. Inoltre, fasci di luce colorata illuminavano i giardini. Alcune sere si potevano osservare speciali fuochi artificiali che si riflettevano nel lago di Tivoli.

Il compositore Hans Christian Lumbye (1810-1874) fu direttore musicale di Tivoli dal 1843 al 1872. Lumbye fu ispirato dai compositori di walzer viennesi come la famiglia Strauss, e diventò conosciuto come lo "Strauss del Nord". Molte delle sue composizioni sono proprio ispirate dai giardini, incluse "Salute to the Ticket Holders of Tivoli" (Saluto ai venditori dei biglietti di Tivoli), "Carnival Joys" (Gioia di Carnevale) e "A Festive Night at Tivoli" (Una notte di festa a Tivoli). L'Orchestra Sinfonica di Tivoli esibisce ancora oggi molte delle sue opere.

Nel 1944, i simpatizzanti per i nazisti tentarono di abbattere lo spirito dei danesi bruciando molte delle costruzioni dei giardini, inclusa una sala per concerti. I danesi non si lasciarono spaventare, e costruirono subito costruzioni temporanee, così che il parco poté riaprire dopo poche settimane.

Oggi[modifica | modifica sorgente]

Il Teatro della Pantomima

Oggi Tivoli e i suoi giardini, nel pieno centro di Copenaghen, sono circondati da strade fortemente trafficate. Da una parte c'è il Municipio, Rådhus, mentre all'altro lato c'è la Stazione Centrale, Hovedbanegård— entrambi risalenti ai primi anni del XX secolo.

I giardini di Tivoli visti dall'alto

L'aspetto generale dei Giardini è stato preservato: ad esempio, la forma degli edifici è ancora quella delle vecchie fortificazioni, il lago che fa parte dell'antico fossato che circonda la città. L'entrata principale è ancora dove sorgeva nel 1843, e subito all'ingresso vi è il Teatro della Pantomima, una costruzione originale in stile cinese, che nel 1874 prese il posto di un teatro più piccolo e più vecchio. Il pubblico sta all'aperto, mentre il palcoscenico è all'interno della costruzione. Il "sipario" del teatro è una coda di pavone meccanica. Dagli albori, il Teatro era la casa della pantomima italiana, introdotta in Danimarca dall'italiano Giuseppe Casorti. Questa tradizione, che discende dalla Commedia dell'Arte italiana, sopravvive ancora, inclusi i personaggi di Cassandro (il vecchio padre), Colombina (la figlia), Arlecchino (il suo amante) e lo stupido servo Pierrot, gradito specialmente al pubblico più giovane. La mancanza di discorsi è un vantaggio, poiché Tivoli è un'attrazione internazionale per i turisti.

I giardini di Tivoli si stanno tuttora evolvendo, senza tuttavia abbandonare le tradizioni e la particolare atmosfera. Come Georg Carstensen disse nel 1844, "Tivoli non sarà mai terminato", un sentimento a cui si unì più di un secolo dopo Walt Disney, che disse riguardo al suo parco ispirato ai Giardini di Tivoli "Disneyland non sarà terminato finché ci sarà ancora fantasia nel mondo".

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Danimarca Portale Danimarca: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Danimarca