Gian Giacomo Albertolli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Gian Giacomo Albertolli

Gian Giacomo Albertolli (Manno, 1761Milano, 1805) è stato un architetto svizzero, professore di Architettura civile all'Università di Padova.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Gian Giacomo Albertolli nasce nel distretto di Lugano nel Canton Ticino, da Francesco Antonio Albertolli e da Laura Maria Morganti di Manno. Raggiunge dodicenne il padre a Parma, dove studia "le belle lettere, e la filosofia, e in appresso l'architettura sotto il rinomato architetto Petitot" (Ennemond Alexandre Petitot).

Nell'anno 1779-80 si iscrive all'Accademia di Milano, dove lo zio paterno, Giocondo Albertolli, insegnava Ornato. Tra il 1782 e il 1783 insegna all'Accademia di belle arti di Brera.

A Padova viene incaricato dal Governo francese, con Decreto 30 ottobre 1797, di dirigere e sostenere la Scuola pratica di architettura civile.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Alessandra Ferrighi, Giangiacomo Albertolli in S. Casellato-L. Sitran Rea (a cura di), Professori e scienziati a Padova nel Settecento, Contributi alla Storia dell’Università di Padova, Profili biografici 3, Antilia, Padova, p. 67-78, ISBN 88-87073-38-4.