Fine di una storia (romanzo)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Fine di una storia
Titolo originale The end of the affair
Autore Graham Greene
1ª ed. originale 1951
1ª ed. italiana 1970
Genere romanzo
Lingua originale inglese
Ambientazione Londra, 1939-1945
Protagonisti Sarah
Coprotagonisti Henry
Antagonisti Maurice Bendrix

Fine di una storia (1951 - The end of the affair) è un romanzo di Graham Greene. Da questo romanzo sono state tratte due versioni cinematografiche: La fine dell'avventura, nel 1955, diretto da Edward Dmytryk e interpretato da Deborah Kerr, e nel 1999 Fine di una storia, diretto da Neil Jordan, con Julianne Moore e Ralph Fiennes.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Siamo a Londra, è in corso il secondo conflitto mondiale. Henry Miles è un tranquillo e ordinario funzionario pubblico, sposato con Sarah Bertram. Maurice Bendrix è uno scrittore quotato che si innamora, ricambiato, di Sarah. La profonda passione si concretizza durante i loro numerosi incontri, ovviamente clandestini. Durante uno di questi momenti d'intimità, una bomba esplode nell'edificio in cui si trovano. Maurice è privo di conoscenza o forse addirittura morto. Sarah fa voto di interrompere la loro storia, se il suo amato si riprenderà. Poco dopo l'uomo si risveglia misteriosamente e così i due smettono di vedersi. Anni dopo, Maurice incontra Henry, che teme di essere tradito dalla moglie. Lo scrittore, ancora innamorato e ferito, non riesce a rimanere indifferente al pensiero che Sarah frequenti un altro. Inizia a farla pedinare da un detective, cerca d'incontrarla. In realtà Sarah non ha nessuna relazione, ma è in fin di vita. La verità sulla brusca interruzione del loro amore e la morte dell'amante gettano Maurice nella disperazione.

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

La band italiana Daisy Chains ha pubblicato un album intitolato "A STORY HAS NO BEGINNING OR END", titolo che è la citazione dell'incipit del romanzo di G. Greene, la cui seconda traccia è intitolata proprio "The end of the affair" (titolo originale dell'opera).

Edizioni[modifica | modifica sorgente]