Ferenc Deák

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando lo sportivo professionista, vedi Ferenc Deák (calciatore).
Ferenc Deák in un ritratto del 1869 eseguito da Bertalan Székely (18351910).
Statua di Deák a Zalaegerszeg.

Ferenc Deák, in Italia noto anche come Francesco Deak (Kehida, 17 ottobre 1803Budapest, 28 gennaio 1876), è stato un politico ungherese detto "il savio della patria".

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Discendente di una nobile famiglia magiara, fu avvocato e notaio.

Nel 1833 entrò in politica per sostituire il fratello come membro della Dieta ungherese che allora si riuniva a Presburgo (l'odierna Bratislava) divenendo il capo dei nazionalisti ungheresi che rivendicavano l'autonomia del paese all'interno della monarchia asburgica.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Miksa Gresits, Francesco Deák : sua vita e carriera politica, Fiume, Mohovich, 1874.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 59138950 LCCN: n50069673

politica Portale Politica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di politica