Ferdinando Ruggieri

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il Complesso di San Firenze, Firenze

Ferdinando Ruggieri, anche Ruggeri[1] (Firenze, 1691Firenze, 27 giugno 1741), è stato un architetto italiano, tra i protagonisti del periodo barocco a Firenze.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Il suo capolavoro è la facciata del complesso di San Firenze (1715), ma lavorò anche al Palazzo Bastogi, già Capponi, al Palazzo di Gino Capponi per i fratelli Scipione e Francesco Maria Capponi verso il 1740.

Fu incaricato inoltre della ricostruzione della chiesa di Santa Felicita (dal 1735) e costruì il misurato campanile di San Lorenzo (1740).

Lavorò anche a Siena (ricostruzione di Palazzo Sansedoni) e a Empoli, dove curò una ricostruzione della Collegiata di Sant'Andrea, per la quale completò la facciata in bicromia marmorea, mantenendo fedelmente lo stile romanico toscano (o proto-rinascimentale) della parte inferiore (1736).

Opere letterarie[modifica | modifica wikitesto]

  • Studio d'architettura civile sopra gli ornamenti di porte e finestre colle misure, piante, modini, e profili tratte da alcune fabbriche insigni di Firenze erette col disegno de' più celebri architetti, 3 voll., Firenze, 1722-1728.
  • Scelta di architetture antiche e moderne della città di Firenze (edizione seconda pubblicata ed ampliata in quattro volumi da Giuseppe Bouchard), Firenze, 1755.

Altre immagini[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Carlo Perogalli, Architettura italiana dall'antichità al liberty, Martello, 1994, p. 550.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 71697937

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie