Falloplastica

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.

La falloplastica è un'operazione chirurgica di costruzione o modifica del pene.

Costruzione[modifica | modifica wikitesto]

La completa ricostruzione è un'operazione chirurgica complessa utilizzata da uomini cisgender (cioè nati tali) nei casi in cui a seguito di una malattia o un incidente hanno perduto il pene o da uomini transessuali FtM (dall'inglese Female to Male, cioè da donna a uomo).

Esistono diverse tecniche per eseguire una falloplastica ricostruttiva. Sono operazioni molto complesse (8-10 ore) con risultati non sempre soddisfacenti per cui sono ancora poche le persone, soprattutto transgender, che decidono di sottoporvisi.

Per gli uomini transessuali o transgender esiste un'operazione alternativa chiamata Metoidioplastica.

Modifica[modifica | modifica wikitesto]

Interventi chirurgici per l’ingrossamento del pene

Da circa 50 anni esistono diverse tecniche chirurgiche per l’ingrossamento del pene. È necessario però fare una distinzione tra tecniche chirurgiche per l’allungamento e tecniche chirurgiche per l’ingrossamento. Spesso entrambe vengono eseguite contemporaneamente durante lo stesso intervento.   

Negli ultimi 15 anni le procedure chirurgiche per l’ingrossamento del pene, la così detta falloplastica aumentativa, hanno subito notevoli cambiamenti e miglioramenti. L’incremento della qualità dei risultati e della sicurezza dei pazienti è soprattutto merito della collaborazione interdisciplinare dei quattro maggiori chirurghi europei, Dr. Roos, Vienna, Dr. Siana, Copenaghen, Dr. Jethon, Darmstadt e Dr. Konstantinidis, Atene. 

Il moderno metodo chirurgico, che si differenzia nettamente dalle vecchie tecniche chirurgiche, viene descritto dalla letteratura medica specializzata come “Gold Standard”.

Grazie all’impiego di tecniche microchirurgiche, la parte interna del pene viene tesa verso l’esterno in modo che la parte esterna visibile al paziente venga allungata fino a circa 8 cm. in base alla lunghezza iniziale e all’angolo di inclinazione delle ossa del bacino: in precedenza i risultati medi ottenuti si attestavano intorno ai 3-6 cm.

Grazie alle nuove tecniche la cicatrice esterna si riduce di un quinto in modo da risultare quasi invisibile grazie alla sua posizione sopra l’asta del pene.

L’ingrossamento del pene avviene attraverso un impegnativo trapianto autologo di tessuto adiposo, che non deve essere paragonato a una semplice iniezione di tessuto adiposo. Se eseguito da chirurghi esperti, l’intervento chirurgico per l’ingrossamento del pene presenta un livello di rischio alquanto basso ma non comunque nullo. Per questo motivo deve essere eseguito solo quando il pene del paziente è obiettivamente più piccolo della media. Non deve quindi essere un mezzo per permettere ai pazienti con un pene comunque normale di ottenere un pene di dimensioni giganti.  Particolare attenzione deve essere posta nella scelta della clinica che esegue l’operazione. Poiché le procedure moderne risultano molto costose in termini di materiale, personale e formazione, spesso vengono pubblicizzate come tecniche moderne procedure operatorie ormai superate che sono più vantaggiose economicamente ma che presentano alti livelli di rischio. Il pericolo legato all’allungamento chirurgico del pene è da collegarsi principalmente alla formazione di una cicatrice eccedente che, durante il periodo di guarigione, spingerebbe nuovamente verso l’interno la parte liberata del corpo del pene. Tale formazione di cicatrice eccedente può essere notevolmente ridotta grazie a tecniche chirurgiche particolari e a procedure del tutto atraumatiche. Sulla base di queste caratteristiche, questa tecnica chirurgica dell’allungamento del pene apparentemente semplice dovrebbe essere eseguita esclusivamente da specialisti esperti.

La dimensione del pene è importante?[modifica | modifica wikitesto]

Nonostante in questo caso la questione sia incentrata su un pene di dimensioni nella media e non su un pene di dimensioni giganti, la domanda se un pene di grandi dimensioni aiuti a praticare un sesso migliore e risulti più attraente nei confronti delle donne avrà sicuramente un “Sì” come risposta. Tra i numerosi e seri studi scientifici portati avanti su questo tema, uno degli ultimi è lo studio dell’Università di Ottawa http://news.nationalgeographic.com/news/2013/04/130408-penises-science-evolution-genitalia-health-weird/, che ha chiaramente determinato come donne di età diverse e provenienti da ceti sociali differenti concordino nel considerare più attraenti gli uomini con un pene più grosso. Tali risultati non sono comunque sorprendenti se si considera che il pene rappresenta la caratteristica primaria del genere maschile e serve, inoltre, per la stimolazione della donna durante il rapporto sessuale. Inoltre anche la componente meccanica non è da sottovalutare. Meccanicamente un pene più grosso, soprattutto più largo, è in grado di sollecitare in modo ottimale i recettori nervosi posti all’ingresso della vagina e preposti a generare piacere durante il rapporto sessuale. Studi precedenti, che inizialmente negavano l’importanza delle dimensioni del pene, si basavano spesso su disegni di studio sbagliati. Questi studi non consideravano che le donne intervistate avessero avuto in media rapporti di tipo sessuale con un numero di uomini inferiore a cinque e che quindi fosse molto ridotta la possibilità che avessero sperimentato un pene di grandi dimensioni. Esprimevano giudizi su situazioni che non avevano vissuto personalmente.

È stato pubblicato da Larson uno studio molto significativo sull’utilità di una falloplastica argomentata http://iai-publications.org/files/APit.pdf

Massaggio Jelqing per l’ingrossamento del pene[modifica | modifica wikitesto]

In Internet si trovano diverse offerte relative alla tecnica Jelqing che si suppone abbia origini arabe. La serietà di queste offerte deve necessariamente far sorgere molti dubbi in quanto nel mappamondo scientifico delle lunghezze medie del pene gli uomini nei paesi arabi non dispongono di lunghezze così sorprendenti. Evidentemente l’affermazione per la quale questa tecnica Jelqing derivi dall’antica tradizione araba è una trovata pubblicitaria basata sul fatto che le storie di origine orientale hanno sempre un certo sapore mistico.

Estensori per l’allungamento del pene[modifica | modifica wikitesto]

I pochi studi positivi sui presunti effetti degli estensori per l’allungamento del pene applicati senza intervento chirurgico devono essere verificati sia perché fanno riferimento a un numero di casi molto limitato, sia perché molti autori con i loro lavori hanno preso le distanze da questi studi. Inoltre nei paesi europei la legislazione vieta agli offerenti di tali estensori di fare dichiarazioni precise circa la loro comprovata efficacia, come ad esempio agli ex venditori dell’estensore Phallosan. Si suppone che alcuni produttori di questi estensori, originariamente pensati per uso fisioterapeutico in seguito all’esecuzione dell’intervento al pene, abbiano pensato di incrementare il loro fatturato proponendo tali dispositivi a prezzo ridotto per un allungamento anche senza l’esecuzione dell’intervento. Anche se tali dispositivi sono venduti tramite Internet da più di 20 anni in tutto il mondo, non esistono studi scientifici seri che presentino un ragionevole numero di casi oppure un disegno corretto dal punto di vista scientifico che ne dimostri l’efficacia.

Pastiglie per l’ingrossamento del pene[modifica | modifica wikitesto]

Non è possibile ingrandire il proprio pene utilizzando pastiglie o creme. Il pene è un organo complesso fatto di diversi tipi di tessuti che si normalizza al termine della pubertà.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

medicina Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina