Esquadrão de Demonstração Aérea

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Esquadrão de Demonstração Aérea
Esquadrilha da Fumaça
Lo stemma dell'Esquadrilha
Lo stemma dell'Esquadrilha
Descrizione generale
Attiva 14 maggio 1952 - oggi
Nazione Brasile Brasile
Forza armata Força Aérea Brasileira
Sede Pirassununga
Sito internet http://www.eda.aer.mil.br
Velivoli Embraer T-27 Tucano

[senza fonte]

voci di pattuglie acrobatiche presenti su Wikipedia
Un EMB-312 dello squadrone
L'Esquadrilha da Fumaça a Brasilia durante le celebrazioni della Festa d'Indipendenza

L'Esquadrão de Demonstração Aérea (Italiano: Squadrone di Dimostrazione Aerea), conosciuto popolarmente come Esquadrilha da Fumaça (Italiano: Squadriglia del Fumo) è il team acrobatico dell'Aviazione brasiliana e il loro aereo acrobatico è l'Embraer T-27 Tucano

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La prima dimostrazione dell'Esquadrilha da Fumaça ebbe luogo il 14 maggio 1952 con 4 velivoli T-6 Harvard che rimasero gli aerei del team fino alla loro radiazione il 31 gennaio 1976.

Nel periodo tra il 1969 e il 1973 vennero anche utilizzati 7 velivoli Fouga T-24 Magister.

La pattuglia acrobatica venne temporaneamente sciolta dopo la radiazione dei T-6 Harvard per essere ricostituita il 21 ottobre 1982 con l'attuale denominazione. Ebbe in dotazione gli Embraer T-27 Tucano e la prima esibizione si svolse l'8 dicembre 1983 con i velivoli colorati di bianco e rosso.

Successivamente i colori della pattuglia acrobatica divennero quelli della bandiera brasiliana.[1]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1985 l'Esquadrilha da Fumaça ha ricevuto il premio "Flight safety" da parte dell'USAF per l'elevato grado di sicurezza dimostrato nell'attività acrobatica.[1]

Primati[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1996 l'Esquadrilha da Fumaça è stata registrata nel Guinness dei primati per aver compiuto un volo rovesciato di 3.000 metri, della durata di 30 secondi con una formazione composta da 10 aerei.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c "Volare" Mensile di aviazione - n°308 anno XXVII - agosto 2009 - pagg. 16-21

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Video[modifica | modifica wikitesto]