Diritto di precedenza

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il segnale Diritto di precedenza è un segnale stradale verticale che indica una strada (o parte di essa) avente sempre la precedenza sulle vie laterali. Ha validità fin quando non si incontra il segnale Fine del diritto di precedenza o un incrocio in cui non si gode più della precedenza.

Aspetti grafici[modifica | modifica sorgente]

Il segnale è di forma romboidale, bordato di bianco e con uno sfondo giallo, mentre la versione che indica la fine del diritto di precedenza è sbarrata con una linea obliqua nera che sale da sinistra verso destra. Le differenze grafiche di questo segnale (che, in Italia, è stato introdotto per la prima volta con il Codice della strada del 1959, per poi subire alcune leggere modifiche grafiche in occasione delle normative emanate nel 1992) nei vari Stati che lo contemplano sono minime, relegate per di più alla bordatura del rombo (che in alcuni casi è più larga o è ulteriormente bordata di nero), al colore dello sfondo o all'aspetto della sbarra del cartello che indica la fine del diritto di precedenza (talvolta tratteggiata).

Segnali di inizio[modifica | modifica sorgente]

Versioni non più in uso

Segnale di fine[modifica | modifica sorgente]

Versioni non più in uso

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

trasporti Portale Trasporti: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di trasporti