Direct-Shift Gearbox

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vista in sezione del cambio DSG

Il Direct-Shift Gearbox, in tedesco Direkt-schalt getriebe, sigla DSG, è un cambio a doppia frizione automatico a controllo elettronico, utilizzabile in modalità automatica o semiautomatica, sviluppato dall'azienda statunitense BorgWarner e inizialmente concesso in licenza al Gruppo Volkswagen.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Il cambio è dotato di un doppio albero primario (coassiali) e da due alberi secondari (può essere realizzato anche con un solo albero secondario) e di altrettante frizioni, che comandano il doppio albero primario.

Il funzionamento[modifica | modifica sorgente]

Per semplicità, è meglio immaginarlo come costituito dall'unione di due cambi manuali robotizzati funzionanti come un'unica unità. Utilizzando la tecnica della doppia frizione e del doppio albero, il tempo di cambiata dipende esclusivamente dal tempo di commutazione della frizione, anche se questo è valido solo in un unico verso di cambiata, generalmente dal rapporto più basso a quello più alto.

Uso[modifica | modifica sorgente]

È stato adottato inizialmente sulle automobili del gruppo Volkswagen, debuttando sulla Golf R32 del 2003, ed ora è in rapida diffusione su modelli di altre case automobilistiche, sempre del gruppo Volkswagen, fra le quali Škoda, Audi, Seat e Porsche.

Attualmente è disponibile per motorizzazioni montate in posizione anteriore trasversale a due o quattro ruote motrici. La Bugatti Veyron è l'unica eccezione, in quanto il suo cambio è stato sviluppato da Ricardo.

Un cambio di questo tipo viene usato anche sulla motocicletta Honda VFR 1200 (la prima delle moto con tale soluzione)

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

automobili Portale Automobili: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di automobili