Dinastia Suri

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La dinastia Suri (lingua pashtu د سوریانو ټولواکمني) venne fondata da musulmani di origine afgana che regnarono su di un vasto territorio del subcontinente indiano[1] fra il 1540 ed il 1557, con Delhi come capitale del Sultanato.[2] Venne fondata da Sher Shah Suri, un Pashtun (Pathan) della casa di Suri[1], che subentrò all'impero Mogul come monarca del nord dell'India durante il regno relativamente debole del secondo imperatore Mogul Humayun. Sher Shah sconfisse Humayun nella Battaglia di Chausa (26 giugno 1539) ed ancora nella Battaglia di Bilgram (17 maggio 1540).[3]

La dinastia Suri assunse il controllo della quasi totalità del territorio assoggettato dall'impero Mogul, fra quello che è oggi il Khyber Pakhtunkhwa in Pakistan al Bengala ad est in quello che è oggi il Bangladesh. I Mogul vennero cacciati dall'India verso la Persia, mentre quello che è oggi il Pakistan ed il nord India andò a costituire l'impero Suri.

Durante i quasi 17 anni di regno della dinastia, la regione del subcontinente indiano assistette ad un grande sviluppo economico e determinanti riforme amministrative. Venne creato rapporto sistematico tra il popolo e il sovrano, riducendo al minimo la corruzione e l'oppressione.

Il loro governo ebbe termine a seguito di una sconfitta che riporto alla restaurazione dell'impero Mogul. Oggi i Suri fanno parte delle tribù Pashtun e appartengono a dei sottogruppi dei Ghilzai.

Regnanti della dinastia Suri[modifica | modifica sorgente]

Moneta d'argento di 178 grammi, Rupia coniata da Sher Shah Suri, 1540-1545, fu la prima Rupia[4]
Nome Immagine Inizio regno Fine regno
Sher Shah Suri
Sultano
Shershah.jpg 17 maggio 1540[5] 22 maggio 1545[5]
Islam Shah Suri
Sultano
26 maggio 1545[6] 22 novembre 1553[6]
Firuz Shah Suri
Sultano
1553[7]
Muhammad Adil Shah
Sultano
1553[7] 1555[8]
Ibrahim Shah Suri
Sultano
1555[8]
Sikandar Shah Suri
Sultano
1555[8] 22 giugno 1555[8]
Adil Shah Suri
Sultano
22 giugno 1555[8] 1556[8]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b H. J. Kissling, N. Barbour; Bertold Spuler; J. S. Trimingham; F. R. C. Bagley; H. Braun; H. Hartel, The Last Great Muslim Empires, BRILL, 1997, p. 302, ISBN 9004021043. URL consultato il 20 luglio 2011.
  2. ^ Sūr dynasty, Encyclopædia Britannica Online. URL consultato il 25 agosto 2010.
  3. ^ Sher Khan in The Columbia Electronic Encyclopedia, 6th edition, Columbia Encyclopedia, 2007. URL consultato il 25 agosto 2010.
  4. ^ Mughal Coinage Reserve Bank of India - RBI Monetary Museum,
  5. ^ a b Majumdar, op. cit., p. 83.
  6. ^ a b Majumdar, op. cit., pp. 90-93.
  7. ^ a b Majumdar, op. cit., p. 94.
  8. ^ a b c d e f Majumdar, op. cit., pp. 94-96.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

India Portale India: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di India