Dichlobenil

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Dichlobenil
Formula di struttura
Modello a sfere e bastoncini
Nome IUPAC
2,6-diclorobenzonitrile
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolare C7H3Cl2N
Massa molecolare (u) 172,0
Aspetto cristali bianchi
Numero CAS [1194-65-6]
SMILES N#Cc1c(Cl)cccc1Cl
Proprietà chimico-fisiche
Solubilità in acqua 14,6 mg/L
Temperatura di fusione 144,1 °C
Indicazioni di sicurezza
Simboli di rischio chimico
irritante pericoloso per l'ambiente

attenzione

Frasi H 312 - 411
Consigli P 273 - 280 [1]

Il Dichlobenil (2,6-diclorobenzonitrile) è un erbicida, sintetizzato intorno al 1950. Risulta leggermente tossico per gli esseri umani.

Studi su ratti ne hanno dimostrato la tossicità per questi animali; a seguito di somministrazione endovenosa di dichlobenil è stata infatti riscontrata una estesa distruzione delle ghiandole di Bowman e dell'epitelio della regione olfattiva.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Sigma Aldrich; rev. del 19.12.2012
  2. ^ I. Brand, E.B. Brittebo, V.J. Feil, J.E. Bakke, Irreversible binding and toxicity of the herbicide dichlobenil (2,6-dichlorobenzonitrile) in the olfactory mucosa of mice in Toxicol Appl Pharmacol., vol. 103, nº 3, maggio 1990, pp. 491-501, PMID 2339421.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]