Der Roland von Berlin

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Der Roland von Berlin
Lingua originale italiano
Musica Ruggero Leoncavallo
Libretto Ruggero Leoncavallo
Fonti letterarie romanzo omonimo di Willibald Alexis
Atti quattro
Epoca di composizione 1904
Prima rappr. 13 dicembre 1904
Teatro Berlino, Staatsoper Unter den Linden
Personaggi
  • Federico Hohenzollern (basso)
  • Giovanni di Ratenow (baritono)
  • Alda (soprano)
  • Henning Mollner (tenore)
  • Eva Schum (soprano)
  • Tommaso Wintz (basso)

Der Roland von Berlin è un'opera lirica in quattro atti di Ruggero Leoncavallo. L'opera fu commissionata al compositore dall'imperatore Guglielmo II. Il testo del libretto, ispirato al romanzo di Willibald Alexis, fu scritto in italiano dallo stesso Leoncavallo, e tradotto in tedesco da Georg Droescher, per la prima rappresentazione a Berlino. La prima rappresentazione italiana avvenne a Napoli, il 19 gennaio 1905, al Teatro San Carlo, con il titolo italiano Rolando.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

La narrazione è ambientata a Berlino, nel 1422. Il tessitore Mollner ama la figlia del borgomastro, ma la relazione è ostacolata dall'appartenenza a classi sociali diverse. Il giovane è scelto come capo della rivolta degli artigiani contro la classe dei nobili, ed è soprannominato Rolando, come il paladino effigiato nella statua posta in una piazza berlinese. Il Principe elettore Federico Hohenzollern, arrivato in città in incognito, comprende le motivazioni e la richiesta di equità sociale dei rivoltosi, poi interviene con l'esercito per sedare la rivolta e portare giustizia. Durante l'assedio, Mollner si comporta in modo eroico, ma è ucciso per errore.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

musica classica Portale Musica classica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica classica