Dactylioceras

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Dactylioceras
Stato di conservazione: Fossile
Dactylioceras Chesil Fossil.jpg
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Mollusca
Classe Cephalopoda
Sottoclasse Ammonoidea
Ordine Ammonoidea
Sottordine Ammonitina
Famiglia Dactylioceratidae
Genere Dactylioceras

Dactylioceras è un genere di mollusco cefalopodo estinto appartenente alle ammoniti. Visse nel Giurassico inferiore (Toarciano, circa 172 milioni di anni fa). I suoi resti fossili si trovano in gran parte del mondo, in particolare in Europa (Inghilterra, Francia, Germania, Italia), Nordafrica, Asia (Iran, Beluchistan, Indonesia, Siberia), Groenlandia, Nordamerica (Alaska, Canada) e Sudamerica.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Questo mollusco era una delle forme più tipiche di ammoniti del Giurassico inferiore. La conchiglia è evoluta (con scarsa ricopertura dei giri) e ombelico ampio (tipo di morfologia nota come serpenticona). Numerose coste raggiate e molto pronunciate ornavano la conchiglia; queste coste erano più fitte nei giri interni e biforcate nell’area ventrale. Il decorso della sutura, di tipo ammonitico, è caratterizzata un lobo laterale molto prolungato. In genere Dactylioceras non superava il diametro di cinque centimetri.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

La distribuzione geografica di Dactylioceras è molto ampia, e al contrario la distribuzione stratigrafica è estremamente ridotta; per questo motivo, le conchiglie appartenenti a questo genere sono spesso considerati ottimi fossili guida, in particolare la specie Dactylioceras commune.

Aspetti storico-culturali[modifica | modifica wikitesto]

Estremamente abbondanti, queste ammoniti sono note da molto tempo: già nel Medioevo a Whitby (Yorkshire, Inghilterra), gli abitanti erano soliti intagliare occhi e bocca sulla parte finale delle conchiglie fossilizzate; queste ammoniti erano infatti considerate serpenti pietrificati per opera di santa Hilda, venerata nel luogo.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

molluschi Portale Molluschi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di molluschi