Contenitore per rifiuti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Un contenitore per rifiuti è un recipiente atto a contenere la spazzatura. Ne esistono di molti tipi e forme.

Cassonetto[modifica | modifica wikitesto]

Cassonetto per rifiuti
Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi cassonetto.

Il cassonetto è il più grande contenitore per rifiuti, usato principalmente per la raccolta degli scarti domestici all'interno delle città; è mobile e adatto anche per rifiuti voluminosi[1] e necessita di apposite macchine per il suo svuotamento.

Trespolo[modifica | modifica wikitesto]

Trespolo per rifiuti

Si tratta di una struttura di plastica o metallo parzialmente aperta che sorregge un sacco da spazzatura e chiuso da un coperchio; viene molto usato in occasione di fiere e feste all'aperto.

Bidone[modifica | modifica wikitesto]

Bidone classico metallico (poubelle) in uso in Belgio

Il bidone è un recipiente per la spazzatura, di dimensioni generalmente superiori rispetto a un cestino e inferiori rispetto a un cassonetto. In origine i bidoni erano di latta o lamiera;[2] oggi sono più frequentemente di materiale plastico. In genere, a differenza del cestino, hanno un coperchio. Soppiantati dai cassonetti, stanno ricomparendo grazie alla raccolta porta a porta dove bidoni su ruote o bidoncini di colore differente vengono dati in comodato d'uso all'utente domestico (più raramente vengono venduti).

Cestino[modifica | modifica wikitesto]

Cestino

Il cestino è un contenitore di piccole dimensioni, di vimini, ferro o altro materiale (oggi soprattutto plastica), senza coperchio, adatto a contenere fogli di carta inutili nelle scuole, negli uffici, negli studi.[2] Anche i contenitori per rifiuti che si trovano per le strade si possono chiamare cestini.

Pattumiera[modifica | modifica wikitesto]

Nome generico che indica un recipiente per raccogliere la spazzatura.[1][2] Nell'uso domestico, è un cestino dotato di coperchio con funzionamento a pedale; ne esistono sia di materiale plastico che di metallo.

Cestello[modifica | modifica wikitesto]

Cestello

Nell'arredo urbano si chiamano cestelli o cestini stradali i contenitori per i rifiuti che si trovano per le strade.[1]

Gettacarte[modifica | modifica wikitesto]

Gettacarte

Contenitore stretto e lungo adatto a contenere cartacce di piccole dimensioni come salviette o scontrini. Si trova spesso nei bar e negli uffici aperti al pubblico; prima della legge antifumo, che vieta il fumo nei locali aperti al pubblico, molti gettacarte avevano un posacenere alla sommità. Può essere anche sinonimo di cestino da interni.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Nicola Zingarelli, Vocabolario della lingua italiana, 11ª ed., Bologna, Zanichelli, 1988.
  2. ^ a b c Giacomo Devoto, Gian Carlo Oli, Dizionario della lingua italiana, Firenze, Le Monnier, 1971.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]