Colin Bailey

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Colin Bailey (Swindon, 9 luglio 1934) è un batterista britannico.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Colin Bailey è un batterista jazz inglese, ha studiato anche pianoforte e teoria musicale. Dopo qualche esperienza con jazz band locali si trasferisce sul finire degli anni '50 in Australia, e come batterista ufficiale della tv nazionale ha occasione di collaborare, tra gli altri, con Dizzy Gillespie e Sarah Vaughan. L'incontro con Joe Morello, il batterista del Dave Brubeck Quartet, durante il tour australiano del quartetto statunitense, sarà per Bailey una rivelazione divina. È Morello ad introdurre Bailey alla tecnica dello "stick control" divulgata dal vate George Lawrence Stone.

Nel 1961 Bailey si trasferisce negli Stati Uniti, dà vita ad un sodalizio con il chitarrista Joe Pass che durerà per decenni. Sono questi gli anni delle collaborazioni d'oro sia dal vivo che in studio con gente del calibro di : Benny Goodman, Victor Feldman, Chet Baker, Jim Hall, Ray Brown, Tommy Flanagan, Barney Kessel, Herb Ellis, Coleman Hawkins, Gerry Mulligan.

Nel settembre del 1963 è chiamato da Miles Davis a sostituire il giovanissimo Tony Williams durante un paio di serate in un club di Los Angeles. Bailey a distanza di anni commenterà con nostalgia e orgoglio quelle serate : "That was one of the thrills of my life". Altra collaborazione illustre ma poco nota è quella per il masterpiece di Sinatra e Jobim (Francis Albert Sinatra & Antonio Carlos Jobim) del 1967, qui Bailey siede dietro i tamburi per quattro delle dieci tracce del disco ("Baubles, Bangles, and Beads", "Change Partners", "I Concentrate on You", e "Dindi") mentre i rimanenti brani sono suonati dal batterista brasiliano Dom Um Romao.


Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 17410943 LCCN: no93013848