Clara Harris

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Clara Harris (183423 dicembre 1883) è stata un'esponente dell'alta società statunitense, presente all'assassinio di Abraham Lincoln.

Clara Harris (Mathew Brady (ca. 1860 - ca. 1865)
Da sinistra e destra: Henry Rathbone, Clara Harris, Mary Todd Lincoln, Abraham Lincoln e John Wilkes Booth.

Clara Harris era la figlia del senatore americano Ira Harris dello Stato di New York.

Lei e il suo fidanzato, il maggiore Henry Rathbone, col quale si sposò l' 11 luglio 1867, erano amici di Abraham Lincoln e furono presenti al suo assassinio. A causa di un insolito legame di parentela Harris era in realtà sorellastra Rathbone, perché suo padre aveva sposato la madre di Rathbone.

Harris ebbe tre figli e nel 1882, suo marito fu nominato Console degli Stati Uniti presso la Provincia di Hannover (in Germania), dove la famiglia si trasferì.

A causa del deterioramento della salute mentale del marito, questi uccise Clara a coltellate il 23 dicembre 1883, prima di girare il coltello su se stesso in un tentativo di suicidio. Salvatosi, Rathbone venne giudicato folle e impegnato in un manicomio in Germania, dove morì nel 1911. I loro figli andarono a vivere con lo zio, William Harris.

La tomba di Harris fu distrutta nel 1952 dopo essere stata abbandonata ed incustodita dopo la sua morte.

Suo figlio maggiore, Henry Riggs Rathbone (1870-1928), divenne membro del Congresso per lo Stato dell'Illinois.

Note[modifica | modifica sorgente]

  • Richard Bak. (1998). The Day Lincoln was Shot. Taylor Publishing Company. Dallas, Texas.
  • Thomas Mallone (1994). Henry and Clara. St. Martin's Press. New York.
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Biografie