Case départ

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Case départ
Titolo originale Case départ
Lingua originale francese, creolo
Paese di produzione Francia
Anno 2011
Durata 94 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere commedia, fantastico
Regia Fabrice Eboué
Sceneggiatura Fabrice Eboué, Thomas Ngijol, Jérôme L’Hostky
Casa di produzione Mars Films, Légende Films, TF1 Films Production
Distribuzione (Italia) Other Angle Pictures
Fotografia Jean-Claude Aumont
Montaggio Frédérique Olszak
Musiche Alexandre Azaria
Interpreti e personaggi

Case départ ("Al punto di partenza") è un film del 2011 diretto da Fabrice Eboué. Il film è stato selezionato per la 22ma edizione del Festival del cinema africano, d'Asia e America Latina di Milano 2012.[1]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

I fratellastri di origine africana Joel e Regis si conoscono appena. Joel è disoccupato e vede nella Francia, "paese razzista", la causa di tutti i suoi fallimenti; Regis, invece, è del tutto “integrato”, tanto da negare completamente le sue origini. Giunti al capezzale del padre morente nelle Indie Occidentali, strappano con noncuranza l'atto di emancipazione che ha dato la libertà ai loro antenati schiavi. Una zia misteriosa, indignata, li punisce con un incantesimo rispedendoli ai tempi della schiavitù. Paracadutati nel 1780, in un susseguirsi di gag comiche, i due cercheranno disperatamente un modo per tornare nel XXI secolo.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ 22ª Edizione Festival Cinema Africano, Asia e America Latina

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema