Carlo Maria Raimondo d'Arenberg

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Charles Marie Raymond von Arenberg.jpg
Curly Brackets.svg
A questa voce o sezione va aggiunto il template sinottico {{Infobox militare}}
Per favore, aggiungi e riempi opportunamente il template e poi rimuovi questo avviso.
Per le altre pagine a cui aggiungere questo template, vedi la relativa categoria.

Duca Carlo Maria Raimondo Idelfonso Costantino Alberto Eugenio d'Arenberg, , quinto duca d'Arenberg e undicesimo duca di Aarschot (Enghien, 1º aprile 1721Enghien, 17 agosto 1778), è stato un generale austriaco, Feldmaresciallo del Sacro Romano Impero[1].

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Quinto figlio del duca Leopoldo Filippo d'Arenberg e di Donna Maria Francesca Pignatelli, cominciò la sua carriera militare durante la Guerra di Successione austriaca come capitano in un reggimento di cavalleria vallona agli ordini del padre, che era governatore e generalissimo dei Paesi Bassi Austriaci, divenendo nel 1743 colonnello del secondo reggimento di fanteria vallona. Guidò queste truppe fino al 1745 quando divenne colonnello del reggimento del Baden-Baden; l'anno seguente divenne Maggior Generale e nel 1748 svolse un'importante ruolo nella difesa di Maastrich contro i francesi

Già Grand-Bailli dell'Hainaut e Mons dal 1740, fu attivo nella Boemia durante la prima fase della Guerra dei Sette Anni: partecipò alla battaglia di Praga e a quelle che seguirono[2]. Nel 1758 fu promosso Feldzeugmeister e il 14 ottobre di quell'anno svolse un ruolo cruciale nella vittoriosa battaglia di Hochkirch come comandante dell'ala destra dell'esercito austriaco, guadagnandosi la Gran Croce dell'Ordine Militare di Maria Teresa

Nel 1759 guidò svariate truppe e fu sconfitto presso Dresda il 29 ottobre dalle forze prussiane guidate dal generale Wunsch. Ricevette un solenne elogio per la sua azione nella Battaglia di Torgau il 3 novembre 1760, che si concluse con una sconfitta e dove egli venne gravemente ferito. Ciò significò la fine della sua carriera militare attiva. Fu creato nel Geheimrat e Feldmaresciallo l'anno dopo.

Nel 1748 aveva sposato la contessa di Luisa Margherita von der Mark und Schleiden, figlia del governatore di Liegi Ludwig Graf von der Mark und Schleiden, dalla quale aveva avuto cinque figli:

  • Francesco Maria Teresa (1749-1751);
  • Luigi Engelberto (1750-1820); ereditò dal padre i titoli di Duca d'Arenberg e Duca d'Aerschot, mentre nel 1803 venne creato Conte di Meppen e Principe di Recklinghausen;
  • Maria Leopoldina (1751-1812), che sposò il conte Joseph von Windisch-Graetz e fu madre del maresciallo Alfred I zu Windisch-Graetz;
  • Maria Flora (1752-1832), che sposò il principe Volfgango Guglielmo di Ursel;
  • Augusto (1753-1833), conte de la Marck;
  • Carlo Giuseppe (1755-1775);
  • Luigi Maria (1757-1795);
  • Maria Luisa Francesca (1764-1835), che sposò Ludovico Giuseppe Massimiliano di Starhemberg.

Onorificenze[modifica | modifica sorgente]

Cavaliere dell'Ordine del Toson d'oro - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine del Toson d'oro

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Encyclopedia Britannica, Vol.2, (1911), 452.
  2. ^ Millar, Simon and Adam Hook, Kolin 1757: Frederick the Great's first defeat, (Osprey Publishing Ltd., 2001), 31,33,85.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Encyclopedia Britannica, 1911.
  • Millar, Simon and Adam Hook, Kolin 1757: Frederick the Great's first defeat, Osprey Publishing Ltd., 2001.
  • Genealogia
Predecessore Principe d'Arenberg Successore Wappen Aremberg.svg
Leopoldo Filippo 17541788 Luigi Engelberto

Controllo di autorità VIAF: 10594309 LCCN: nb2003015995