Camptorhynchus labradorius

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Anatra del Labrador
Camptorynchus labradoriusAEP13LA.png
Camptorhynchus labradorius
Stato di conservazione
Status iucn3.1 EX it.svg
Estinto (1878 c.)
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Aves
Ordine Anseriformes
Famiglia Anatidae
Genere Camptorhynchus

Bonaparte, 1838

Specie C. labradorius
Nomenclatura binomiale
Camptorhynchus labradorius
Gmelin, 1789

L'anatra del Labrador (Camptorhynchus labradorius, Gmelin 1789), scoperta nel 1789, si è estinta nel 1878 per ragioni sconosciute. Quest'anatra marina, molto specializzata, alquanto più grossa di un germano reale, possedeva un becco singolare, considerevolmente allargato all'estremità. Il maschio, nel piumaggio nuziale, era bellissimo, ornato di bianco e di un verde scuro metallico. Il suo becco e le zampe erano di color arancione. La femmina era bruna.

Una vita segreta[modifica | modifica sorgente]

Non si è mai esattamente saputo dove nidificasse l'anatra del Labrador. Solo le note del Newton indicano che la specie nidificava su alcuni isolotti rocciosi, presso la costa meridionale del Labrador. Quest'anatra frequentava le coste atlantiche settentrionali dell'America del Nord, dal Labrador in direzione sud fino alla baia Chesapeake. Era frequente lungo le coste di Long Island, New York, dove furono abbattuti la maggior parte degli esemplari conservati. Essa svernava lungo le coste della Nuova Inghilterra e del New Jersey. Era comune nel golfo di S. Lorenzo, verso il 1866. Tra il 1840 e il 1860 questa selvaggina era comune nei negozi e nei mercati di New York.

Estinzione[modifica | modifica sorgente]

Le cause dell'estinzione, avvenuta intorno al 1878, sono tuttora sconosciute. Tenendo presente il suo becco, diverso da quello delle altre specie, gli zoologi suppongono che si potesse nutrire di alcuni animali marini, e un cambiamento delle condizioni climatiche ed ecologiche avrebbe potuto determinare la scomparsa degli animali che costituivano la base della loro alimentazione. Alcuni ornitologi parlano di un'epidemia mortale, da cui sarebbero stati colpiti gli ultimi rappresentanti della specie. L'unica cosa sicura è che la scomparsa è dovuta senza dubbio a cause naturali.

Complessivamente, in tutto il mondo, esistono 34 esemplari imbalsamati dell'anatra del Labrador.

Galleria di immagini[modifica | modifica sorgente]

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • (EN) BirdLife International 2006, Camptorhynchus labradorius in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.2, IUCN, 2014.
  • Cokinos, Christopher (2000): Hope is the Thing with Feathers. New York: Putnam, pp. 281-304. ISBN 1-58542-006-9
  • Ducher, William (1894): The Labrador Duck - another specimen, with additional data respecting extant specimens. Auk 11: 4-12. PDF fulltext
  • Forbush, Edward Howe (1912): A History of the Game Birds, Wild-Fowl and Shore Birds of Massachusetts and Adjacent States. Boston: Massachusetts State Board of Agriculture, pp. 411-416.
  • Fuller, Errol (2001): Extinct Birds, Comstock Publishing, ISBN 0-8014-3954-X, pp. 85-87.
  • Livezey, Bradley C. (1995): Phylogeny and Evolutionary Ecology of Modern Seaducks (Anatidae: Mergini). Condor 97: 233-255. PDF fulltext
  • Phillips, John C. (1922-1926): A Natural History of Ducks. Boston: Houghton-Mifflin, volume 4, pp. 57-63.
  • Madge, Steve & Burn, Hilary (1988): Waterfowl. An identification guide to the ducks, geese and swans of the world. Boston: Houghton Mifflin, pp. 265-266. ISBN 0-395-46727-6

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

uccelli Portale Uccelli: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di uccelli