Brassica oleracea L. var. capitata var. rubra

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Brassica oleracea
Cavolo rosso
Classificazione Cronquist
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Classe Magnoliopsida
Ordine Capparales
Famiglia Brassicaceae
Genere Brassica
Specie B. oleracea
Classificazione APG
Ordine Brassicales
Famiglia Brassicaceae
Nomenclatura binomiale
Brassica oleracea
L.
Nomenclatura trinomiale
Brassica oleracea var. Capitata Rubra

Il cavolo rosso (Brassica oleracea var. capitata rubra), è una varietà di Brassica oleracea simile al cavolo cappuccio, ma a differenza di questo presenta colorazione rossa dovuta alla notevole presenza di sostanze idrosolubili chiamate antocianine del gruppo dei flavonoidi[1].

Pianta biennale con radice fittonante non molto profonda, possiede fusto eretto, di lunghezza raramente superiore ai 30 centimetri. Viene coltivato in varie zone d'Italia e del mondo anche se è una pianta originaria dell'area mediterranea e diffusa già all'epoca romana. È un ortaggio molto conosciuto.

In cucina[modifica | modifica sorgente]

Il suo utilizzo in cucina è diffuso in gran parte d'Europa e del mondo, soprattutto previa cottura e per la preparazione di zuppe e minestre.


Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Colore rosso: le antocianine – Scienza in cucina - Blog - Le Scienze

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]