Bradilalia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.

La bradilalia è un disturbo del linguaggio caratterizzato da un anormale rallentamento dell'espressione verbale[1].

Eziologia[modifica | modifica wikitesto]

Può essere segno di una malattia neurologica come nell'ipotiroidismo, nella malattia di Parkinson o il parkinsonismo di origine encefalitica[1].

Anche una assunzione di dosi eccessive di anestetici, di benzodiazepine o di oppioidi, può portare a bradilalia[2].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b BRADILALIA - Dizionario medico - Corriere.it. URL consultato il 7 novembre 2012.
  2. ^ Treccani.it - Dizionario di medicina, Bradilalia. URL consultato il 7 novembre 2012.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]