Botrychium lunaria

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Botrichio lunaria
Botrychium lunaria.JPG
Botrychium lunaria
Stato di conservazione
Status none NE.svg
Specie non valutata
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Sottoregno Tracheobionta
Divisione Pteridophyta
Classe Psilotopsida
Ordine Ophioglossales
Famiglia Ophioglossaceae
Genere Botrychium
Specie B. lunaria
Nomenclatura binomiale
Botrychium lunaria
(L.) Sw.
Sinonimi

Botrychium lunaria var. onondagense
(Underwood) House
Botrychium onondagense
Underwood

Il Botrichio lunaria (Botrychium lunaria (L.) Sw.) è una felce appartenente alla famiglia Ophioglossaceae[1][2].

Etimologia[modifica | modifica sorgente]

Il nome del genere deriva dal greco bòtrys (grappolo), per la forma della pannocchia sporifera.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Pianta perenne, alta 5-30;cm; fusto cilindrico, eretto; segmenti sterili delle foglie pennatosetto-semplici, inseriti a metà del fusto, e notevolmente più corti dei segmenti fertili.

Periodo di sporificazione[modifica | modifica sorgente]

Giugno - Agosto.

Habitat[modifica | modifica sorgente]

Praterie altitudinali, da 1.500 fino a 2.400 m. Si trova, seppur raramente, nei principali gruppi montuosi.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ ITIS Catalogue of Life. URL consultato il 16 marzo 2013.
  2. ^ NCBI - National Center for Biotechnology Information. URL consultato il 16 marzo 2013.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Giovanni Galetti, Abruzzo in fiore, Edizioni Menabò - Cooperativa Majambiente, 2008.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

botanica Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica