Battaglia di Brandywine

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Battaglia di Brandywine
Mappa della campagna di Filadelfia
Data 11 settembre 1777
Luogo Chadds Ford, contea di Delaware (Pennsylvania)
Esito Vittoria inglese
Schieramenti
Comandanti
Effettivi
14.600[1] 15.500[1]
Perdite
300 uccisi
600 feriti
400 catturati[2]
89 uccisi
488 feriti
Voci di battaglie presenti su Wikipedia

La Battaglia di Brandywine fu una delle battaglie della guerra di indipendenza americana e vide la vittoria delle truppe inglesi di fronte a quelle statunitensi. Fece parte della campagna di Filadelfia (1777-1778).

Lo scontro[modifica | modifica sorgente]

Le forze inglesi sbarcarono la prima settimana di settembre del 1777. L'11 dello stesso mese l'Esercito Continentale cercò di bloccarne l'avanzata presso il fiume Brandywine, nei pressi dell'odierna cittadina di Chadds Ford. L'attacco inglese per rompere il blocco fu portato su due colonne comandante dai generali von Knyphausen e Cornwallis; le forze al comando del tedesco si lanciarono contro il centro dello schieramento statunitense cercando di spezzarlo mentre quelle del britannico le circondavano utilizzando per la prima volta i fucili "Ferguson" a retrocarica, migliori di quelli americani. Washington e il generale Greene riuscirono a rompere l'accerchiamento mentre una piccola retroguardia comandata da La Fayette, promosso quel giorno generale a soli vent'anni, si occupò di coprire la ritirata. Le perdite americane erano, tra morti e feriti, di circa 700 uomini contro i 500 inglesi, quasi tutti feriti.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b Philadelphia 1777: Taking the Capital, Clement pag. 23
  2. ^ McGuire, Thomas J.; The Philadelphia Campaign: Volume 1: Brandywine and the Fall of Philadelphia; Stackpole Books; Mechanicsburg, Pennsylvania; 2006; ISBN 978-0-8117-0178-5; ISBN 0-8117-0178-6, pag. 269

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]