Aurora Lussana

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Aurora Lussana (Bergamo, 8 marzo 1976) è una giornalista e conduttrice televisiva italiana.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Nata a Bergamo nel 1976, nel 1991 si è diplomata al Liceo Classico Paolo Sarpi di Bergamo e nel 1996[senza fonte] si è laureata in scienze politiche con tesi in giornalismo all'Università degli Studi di Milano e ha condotto alcuni programmi televisivi di approfondimento su Rai Due.[1]

Nel 1994 è entrata nella Lega Nord e poi è diventata direttrice di TelePadania.

Il 23 giugno 2011 è stata aggredita da un'italiana che manifestava per appoggiare gli immigrati che protestavano per ottenere il permesso di soggiorno in Piazza della Loggia a Brescia.[2][3]

Vicina a Roberto Maroni, il 26 ottobre 2012 è diventata direttrice de la Padania sostituendo Stefania Piazzo,[2][3] mantenendo anche la carica di direttrice di Tele Padania.[4]

È fidanzata con il parlamentare leghista Nicola Molteni.[5]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ La Padania, Aurora Lussana nuovo direttore. Lascia Stefania Piazzo, Blitz quotidiano, 25 ottobre 2012. URL consultato il 16 gennaio 2014.
  2. ^ a b Brescia: aggredita Aurora Lussana, direttrice di Telepadania, Blitz quotidiano, 23 giugno 2011. URL consultato il 5 giugno 2013.
  3. ^ a b Alessandro Madron, "La Padania", il nuovo direttore: "Sarò autonoma e basta ordini dal partito", il Fatto Quotidiano, 25 ottobre 2012. URL consultato il 5 giugno 2013.
  4. ^ Staffetta alla «Padania» Lussana nuova direttrice
  5. ^ Enrico Marletta, "Su Facebook in dialetto". E la Lussana parla canturino, La Provincia, 2 ottobre 2012. URL consultato il 5 giugno 2013.
Predecessore Direttrice della Padania Successore
Stefania Piazzo dal 26 ottobre 2012 in carica