Arco turco

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Cavaliere turco con corazza leggera, arco composito e kilij (scimitarra).
Archi e faretre dell'epoca di Bayezid II - Armeria del Topkapi (Istanbul).

Il nome Arco turco indica una variante dell'arco composito sviluppata dai Turchi ottomani, notevole per le decorazioni policrome impreziosite dall'oro.

Dopo il declino del tiro con l'arco per scopi militari, i fabbricanti d'archi turchi hanno perfezionato il modello per scopi venatori, ottenendo quello che può ad oggi essere considerato il miglior arco da caccia tradizionale.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Paul E Klopsteg, Turkish Archery and the Composite Bow, cap. I, Background of Turkish Archery, 2. ed., Evanston, 1947.
  • Adam Karpowicz, Ottoman Turkish bows, manufacture and design, ISBN 978-0-9811372-0-9.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

armi Portale Armi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di armi