Amy Frazier

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Amy Frazier
Dati biografici
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 175 cm
Peso 63 kg
Tennis Tennis pictogram.svg
Carriera
Singolare1
Vittorie/sconfitte
Titoli vinti 8
Miglior ranking 13° (27 febbraio 1995)
Doppio1
Vittorie/sconfitte
Titoli vinti 4
Miglior ranking 24° (29 marzo 1993)
1 Dati relativi al circuito maggiore professionistico.
 

Amy Frazier (Saint Louis, 19 settembre 1972) è una tennista statunitense.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Diventò professionista nel gennaio del 1990. Fra le varie competizioni vinte il singolare della Cellular South Cup del 1990 dove sconfisse Manon Bollegraf con il punteggio di 6-4, 6-2.

Nel 1992 giunse ai quarti di finale all'Australian Open 1992 - Singolare femminile venendo sconfitta da Mary-Joe Fernandez. Nel ranking raggiunse la 13ª posizione il 27 febbraio del 1995.[1]

Nel singolare femminile del Japan Open Tennis Championships si distinse in quanto arrivò in 6 edizioni consecutive (a partire dal 1994) ad eccezione di quella del 1998, sempre nella finale vincendola per due volte: la prima nel 1995 la seconda nel 1999, le sue avversarie più agguerrite in tali occasioni furono Kimiko Date e Ai Sugiyama entrambe giapponesi.

Nel 2005 vinse la Bell Challenge singolare battendo Sofia Arvidsson con il punteggio di 6–1, 7–5. Al torneo di Wimbledon 2006 - Singolare femminile venne fermata da Marija Šarapova al terzo turno.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Biografia su ITF tennis

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]