Alfa Romeo 2000

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando il modello antecedente omonimo, vedi Alfa Romeo 2000 (1959).
Alfa Romeo 2000
Alfa 2000 Berlina 1974.jpg
Descrizione generale
Costruttore bandiera  Alfa Romeo
Tipo principale Berlina
Altre versioni Coupé
Produzione dal 1971 al 1977
Sostituisce la Alfa Romeo 1750
Sostituita da Alfa Romeo Alfetta
Esemplari prodotti 89.840
Altre caratteristiche
Dimensioni e massa
Lunghezza 4.390 mm
Larghezza 1.565 mm
Passo 2.350 mm
Massa 1.175 kg
Altro
Assemblaggio Stabilimento di Arese
Auto simili BMW 520
Lancia 2000
MHV Alfa-Romeo 2000 02.jpg

La 2000 era un'autovettura prodotta tra il 1971 e il 1977 dalla casa milanese Alfa Romeo come evoluzione della 1750 nello stabilimento di Arese.

Il contesto[modifica | modifica wikitesto]

Tecnicamente era derivata dalla Giulia Super, con cui condivideva il pianale e l'intera meccanica (motore a parte), mentre la carrozzeria e gli interni, salvo piccole modifiche di dettaglio, erano gli stessi della 1750.

All'esterno cambiavano la mascherina anteriore (in plastica nera), le luci posteriori (maggiorate) e altri dettagli, mentre gli interni erano decisamente migliorati nella conformazione dei sedili e nella fattura di sellerie e tappezzerie. Il tentativo di accreditare il modello come vera e propria ammiraglia si evinceva anche dalla possibilità di montare accessori qualificanti, come l'aria condizionata ed il lunotto termico, oltre agli appoggiatesta anteriori.

La cilindrata del motore (serie 105.16, poi serie 512 o 515 negli ultimi due anni di produzione) passò da 1779 a 1962 cm³ attraverso l'aumento dell'alesaggio di 4mm e, grazie all'alimentazione con due carburatori doppio corpo (Dell'Orto DHLA 40 o Solex C40 DDH-5), la potenza toccava i 130 CV. Ottime le prestazioni (191 km/h e accelerazioni da 0 a 100 nell'ordine degli 8,7 secondi nella prova di riviste dell'epoca). L'impostazione sportiva (freni a disco, cambio manuale a 5 marce, trazione posteriore e, su alcuni esemplari, differenziale autobloccante) garantiva una guida brillante e sicura.

Il motore della 2000 berlina, venne montato anche sulle coupé GT 2000 Veloce e sulle spyder 2000 Spider Veloce. La 2000 berlina dopo essere stata prodotta in 89.840 esemplari, fu sostituita nel 1977 dalla Alfetta 2000, ma la vera erede si ebbe nel 1979 con la nuova Alfa 6.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

automobili Portale Automobili: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di automobili