AREA Science Park

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.


L'AREA Science Park di Trieste si compone di due campus vicini tra loro e situati in prossimità dell'uscita dalla autostrada che collega Venezia, Austria e Slovenia. Esso copre 50 ettari, espandibile fino a 150, nella splendida cornice naturale del Carso.

Operativa dal 1982 - ma nata con decreto istitutivo nel 1978 - AREA Science Park è stata fondata con l'obiettivo iniziale di fornire un collegamento tra la comunità imprenditoriale e le numerose internazionale di alto livello scientifico e istituzioni Trieste.

Il parco dispone di circa 75.000 m2 di spazio-laboratorio attrezzato con apparecchiature specializzate, attrezzature sperimentali e di sicurezza, oltre a uffici e strutture di servizio, quali il Centro Congressi, le sale riunioni, i laboratori didattici, la mensa, ecc. Un ulteriore spazio di circa 1.500 m2 è attualmente disponibile per le nuove attività. Alcuni servizi per gli insediati: informazioni e computer, giuridici, fiscali e contabili di consulenza, l'ingegneria e la tecnologia delle piante, salute e sicurezza sul lavoro, il marketing e la promozione, informazione e assistenza sui programmi UE.

Il Parco Scientifico e Tecnologico è gestito dal Consorzio per l'Area di ricerca scientifica e tecnologica di Trieste. Nominato nel 2005 Ente Pubblico di Ricerca di primo livello dal Ministero Università e Ricerca, il Consorzio attualmente è fra i punti di riferimento italiani nel trasferimento tecnologico.

La prua della nave Elettra di Guglielmo Marconi esposta all’AREA Science Park

L'intensiva formazione di laureati e diplomati ha finora portato a più di 100 posti di lavoro per i giovani nella ricerca e strutture produttive all'interno del parco scientifico o al di fuori di esso. Le borse di studio concesse dal Consorzio privilegiano la formazione presso gli istituti, i centri di ricerca e le aziende dell'AREA e della Regione Friuli-Venezia Giulia. Nell'ambito dei programmi inclusi nella Commissione europea Obiettivo 2, il Consorzio supervisiona la formazione di laureati nel settore dei trasferimenti di innovazione per creare solidi legami tra il mondo della ricerca e le piccole e medie imprese.

Presidente della AREA Science Park fino al 30 gennaio 2012 è stato Corrado Clini nominato Ministro dell'Ambiente nel Governo Monti, dimessosi dopo le pressioni di alcuni organi di stampa riguardo alla sua presunta incompatibilità e al conflitto d'interessi ricoprendo anche il ruolo di Ministro, essendo il Governo a designare il Presidente dell'AREA Science Park. Prima della nomina ministeriale Clini si autosospende lasciando la gestione delle sue deleghe al vicepresidente.

AREA Science Park attualmente dispone di 87 realtà, suddivise nei seguenti settori[1]:

  • Centri di formazione e ricerca altamente specializzati;
  • Centri di Ricerca e Sviluppo oppure di servizio afferenti ad aziende esterne al parco scientifico;
  • Nuove aziende generate e facilitate dalla disponibilità di servizi specializzati, di know-how e delle strutture mesi a disposizione dal Parco;
  • Il Laboratorio ELETTRA per la generazione di luce di sincrotrone.
  • Il Consorzio di Biomedicina Molecolare (CBM).

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Antonio Russo, Politiche pubbliche e innovazione tecnologica. Il caso dell'Area science Park e del Vega, Carocci, 2011, ISBN 978-88-430-5770-2

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]