5 Pointz

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando altri risultati per "Five Points", vedi Five Points.
5 Pointz: The Institute of Higher Burnin'
Hunters Point.JPG
Tipo Arte contemporanea
Indirizzo Queens, NYC

5 Pointz: The Institute of Higher Burnin'[1] è un complesso industriale situato a Long Island City, nel quartiere Queens di New York, dove i graffiti sono permessi. John Roleke di About.com scrive: "5 Pointz è un collage vivente di graffiti che ricoprono un magazzino, come uno studio di un artista"[2]. Questo luogo è conosciuto in tutto il mondo e ospita opere di artisti provenienti da tutte le parti del pianeta[3]. 5 Pointz è stato oggetto di articoli da parte dei maggiori giornali nazionali: The Christian Science Monitor[3], The Boston Globe[4], The New York Times[1], e l'International Herald Tribune[5].

Il The Christian Science Monitor scrive: "Il custode della mecca dei graffiti newyorkese è Meres, che decide dove dipingere e quanto tempo stare"[3]. Jonathan Cohen, conosciuto come Meres, è responsabile del museo dal 2002[3].

Il nome "5 Pointz" rappresenta i cinque borough di New York[1]; uno dei primi graffiti è stato un ritratto di Jam Master J, uno dei primi dj hip hop, membro dei Run DMC.

Nel 2013 è stata annunciata la sua chiusura. Nella notte compresa tra il 18 e il 19 novembre, 5 Pointz è stato imbiancato. Ciò rappresenta la fase precedente alla demolizione. I fratelli Jerry e David Wolkoff hanno dichiarato che sorgerà al suo posto un complesso residenziale di circa 1300 appartamenti.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c nytimes.com - Museum With (Only) Walls. URL consultato il 12-3-2009.
  2. ^ about.com - 5 Pointz - Graffiti Mecca and Home to Artists. URL consultato il 12-3-2009.
  3. ^ a b c d csmonitor.com - Curator of an urban canvas article. URL consultato il 12-3-2009.
  4. ^ boston.com - Graffiti crew wants a place to call its own. URL consultato il 12-3-2009.
  5. ^ iht.com - Graffiti artists find legal haven in New York City. URL consultato il 12-3-2009.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]