Yonatan Netanyahu

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Tomba di Yonatan Netanyahu

Yonatan Netanyahu, conosciuto come Yoni (New York, 13 marzo 1946Entebbe, 4 luglio 1976), è stato un militare e scrittore israeliano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Tenente colonnello del reparto d'elite dell'esercito israeliano.

Nato negli Stati Uniti, nel 1967 si arruolò durante la guerra dei sei giorni. Ripresa l'università, tornò nella forze di difesa israeliane nel 1973 per la guerra del Kippur. Fu nel 1976 a capo del commando Sayeret Matkal, e fu ucciso in azione durante l'operazione Entebbe in Uganda.

Il fratello Iddo Netanyahu "ricostruì minuziosamente la missione, che portò alla liberazione degli ostaggi (i dirottatori avevano discriminato dagli altri i passeggeri israeliani e quelli ebrei anche se di altra nazionalità, e si può facilmente immaginare quale sorte li aspettava), senza alcuna vittima fra i liberatori e gli ostaggi: con l’eccezione di un’anziana signora ebrea che per le sue condizioni era stata ricoverata in ospedale e di cui non si seppe più nulla (quasi certamente massacrata per vendetta dai soldati ugandesi), e appunto di Yoni, che cadde colpito a morte mentre guidava il commando"[1].

È stato insignito della Medal of Distinguished Service per la sua condotta nella guerra del Kippur.

L'altro suo fratello minore, Benjamin Netanyahu, è l'attuale primo ministro di Israele.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Yonathan Netanyahu, Lettere, traduzione e introduzione di Michele Silenzi, premessa e postfazione di Benjamin e Iddo Netanyahu, Macerata, Liberilibri, 2016, ISBN 978-88-98094-30-1

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Valentino Baldacci, Kafka a Gerusalemme, Mondoperaio, n. 1/2017, p. 95.
Controllo di autorità VIAF: (EN37820640 · LCCN: (ENn78059921 · ISNI: (EN0000 0000 6681 9706 · GND: (DE123249120 · BNF: (FRcb120447574 (data)