X Football League

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
X Football League
Logo della competizione
Sport American football pictogram.svg Football americano
Paese Stati Uniti Stati Uniti
Organizzatore NBC
World Wrestling Federation
Cadenza Annuale
Apertura Febbraio
Chiusura Agosto
Formula Campionato con play-off
Storia
Fondazione 1999
Numero edizioni 1
Ultimo vincitore 600px Grigio Bianco Blu e Giallo.png Los Angeles Xtreme
Ultima edizione X Football League 2001

La X Football League, meglio conosciuta con l'acronimo XFL, è una lega professionistica statunitense di football americano, fondata nel 1999 da Vincent Kennedy McMahon.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Nata nel dicembre del 1999 in seguito ad una joint-venture tra l'emittente NBC e la federazione di wrestling della World Wrestling Federation (WWF), la X Football League (XFL) venne creata come una “lega a singola entità”: le squadre che la componevano non erano infatti amministrate in maniera individuale, bensì da un'unica unità di business.

Nei progetti del management, la XFL sarebbe dovuta diventare una forte realtà professionistica di football americano, ma non riuscì a trovare una base stabile di spettatori e venne quindi chiusa dopo una sola stagione (2001).

Il 25 gennaio 2018 Vincent Kennedy McMahon ha annunciato la riapertura della XFL a partire dal 2020.

Regole di gioco[modifica | modifica wikitesto]

Le regole della X Football League (XFL) sono differenti da quelle della National Football League (NFL), soprattutto per quanto riguarda i falli: la maggior parte delle azioni che in NFL costano una qualche forma di punizione, in XFL non sono invece sanzionate. L'obiettivo è quello di rendere i match della lega più crudi e in qualche modo più spettacolari.

Il campionato vede la partecipazione di otto squadre divise in due diversi gruppi (Western Division ed Eastern Division); la regular season prevede un calendario di 10 partite per ogni squadra, al termine delle quali si disputano i play-off tra le prime due classificate di ciascun gruppo.

Albo d'oro[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Vincitore 2º classificato MVP
2001 600px Grigio Bianco Blu e Giallo.png Los Angeles Xtreme 600px Rosso Nero Giallo e Bianco.png San Francisco Demons Stati Uniti Tommy Maddox

Copertura televisiva[modifica | modifica wikitesto]

Durante la stagione 2001 era prevista la trasmissione di tre partite a settimane sui network NBC, UPN e TNN. La prima settimana ebbe degli indici di ascolto molto al di sopra delle aspettative; tuttavia col passare del tempo l'interesse per il prodotto scemò rapidamente.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Sport Portale Sport: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di sport