Wilhelm Kienzl

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Wilhelm Kienzl

Wilhelm Kienzl (Waizenkirchen, 17 gennaio 1857Vienna, 19 ottobre 1941) è stato un compositore e direttore d'orchestra austriaco.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Partitura e firma di Wilhelm Kienzl

La sua famiglia si trasferì a Graz nel 1860, dove Kienzl studiò violino sotto la guida di Ignaz Uhl, pianoforte con il maestro Johann Buwa e composizione dal 1872 sotto gli insegnamenti di un allievo di Fryderyk Chopin, Louis Stanislaus Mortier de Fontaine.

Targa commemorativa nella sua residenza di Vienna, Schreygasse 6

Dal 1874 proseguì gli studi di composizione con Wilhelm Mayer-Rémy, quelli di estetica con Eduard Hanslick e storia della musica con Friedrich von Hausegger.

Dopo il suo trasferimento al Leupzig Conservatory, avvenuto nel 1877, ebbe modo di studiare con Liszt a Weimar, prima di completare gli studi alla Università di Vienna.

Kienzl, dopo aver visitato il Festival di Bayreuth, divenne un appassionato sostenitore di Wagner e a tal propositò fondò nel 1873 la Graz Richard Wagner Association.

Dopo la sua laurea, nel 1879 attraversò l'Europa con un tour, nel quale assunse il ruolo di pianista e di direttore d'orchestra.

Nel 1883 divenne direttore della Deutsche Oper di Amsterdam, ma presto tornò a Graz, dove nel 1886 assunse la direzione del Musikverein della Stiria e incarichi nel conservatorio.

Diresse le orchestre di Monaco di Baviera, di Amburgo, di Graz, di Amsterdam.

Nel 1917 Kienzl si trasferì a Vienna. A Bad Aussee la sua prima moglie, la cantante Wagner Lili Hoke, morì nel 1919 e fu sepolta nel cimitero locale. Sposò Henny Bauer nel 1921, che diventò la librettista delle sue ultime tre opere.

Tra le sue composizioni, si ricordano soprattutto musica da camera, sinfonica e corale, oltre alle importanti opere teatrali: Urvasi (1886), Der Evangelimann (1895), Don Quixote (1898), Der Kuhreigen (1911 al Wiener Volksoper con Maria Jeritza).[1]

Ha collaborato con varie riviste musicali e vari giornali; inoltre ha raccolto i suoi scritti in alcuni volumi, come ad esempio Miscellen (1886).

Opere principali[modifica | modifica wikitesto]

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Urvasi, op. 20, (1884);
  • Heilmar der Narr, op. 40, (1891);
  • Der Evangelimann, op. 45, (1894);
  • Don Quixote, op. 50, (1897);
  • In Knecht Ruprechts Werkstatt, pantomima, op. 75, (1907);
  • Der Kuhreigen, op. 85, (1911);
  • Das Testament, op. 90, (1916);
  • Hassan der Schwärmer, op. 100, (1921);
  • Sanctissimum, allegoria melodrammatica, op. 102, (1922);
  • Hans Kipfel, singspiel, op. 110, (1926);

Melodrammi[modifica | modifica wikitesto]

  • Die Brautfahrt, op. 9;
  • 2 melodrammi, op. 97;
  • Die Jungfrau und die Nonne, op. 98;
  • Eine Marienballade von François Villon, op. 119;

Orchestra[modifica | modifica wikitesto]

  • Abendstimmungen, per orchestra d'archi e arpa, op. 53;
  • Variazioni sinfoniche su Der Kuhreigen, op. 109a;

Musica da camera[modifica | modifica wikitesto]

  • 3 pezzi di fantasia per violino e pianoforte, op. 7;
  • Trio per pianoforte in fa minore, op. 13;
  • Quartetto per archi n. 1 in si minore, op. 22;
  • Quartetto per archi n. 2 in do minore, op. 99;
  • Quartetto per archi n. 3 in Mi maggiore, op. 113;
  • Waldstimmungen per 4 trombe, op. 108;

Pianoforte[modifica | modifica wikitesto]

  • Skizzen, op. 3;
  • Kahnszene, op. 5;
  • Bunte Tänze, op. 10;
  • Aus alten Märchen, op. 12;
  • Aus meinem Tagebuch, op. 15;
  • 30 Stili di danza, op. 21, (1881);
  • Scherzo in la minore, op. 29;
  • Kinderliebe und -leben, op. 30;
  • Romantische Blätter, op. 34;
  • Tanzbilder, op. 41;
  • Daheim!, op. 43;
  • Dichterreise, op. 46;
  • Carneval, op. 51;
  • Bilder aus dem Volksleben, op. 52;
  • O schöne Jugendtage!, op. 80.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ "Dizionario di musica", di A.Della Corte e G.M.Gatti, Paravia, 1956,pag.321

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN2656628 · ISNI (EN0000 0001 0863 4428 · SBN IT\ICCU\LO1V\132015 · LCCN (ENn83178695 · GND (DE118777149 · BNF (FRcb13895973q (data)
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie