Vlad I Uzurpatorul

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Vlad I Uzurpatorul (... – ...) fu voivoda (principe) di Valacchia dal 1394 al 1397.

Vlad I l'Usurpatore
Vovoida di Valacchia
Coat of arms of Wallachia.svg
In carica 1349-1397
Predecessore Mircea il Vecchio
Successore Mircea il Vecchio
Nascita
Morte
Dinastia
Padre
Madre

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Ban di Craiova, Vlad "l'Usurpatore" (Uzurpatorul in lingua rumena) approfittò della fuga in Transilvania del voivoda Mircea I cel Bătrân, pressato dalle truppe del sultano dell'Impero ottomano Bayezid I, per sottrargli il trono. Venne spodestato da Mircea dopo la Crociata di Nicopoli (1396).

Le origini di Vlad I sono ad oggi ancora oggetto di dibattito. Rispetto alla normale tradizione che lo presenterebbe quale membro della schiatta dei Basarabidi (probabilmente figlio illigettimo di Radu I di Valacchia o Vladislav I di Valacchia, quindi fratellastro o cugino di primo grado di Mircea I cel Bătrân), recenti teorie hanno ipotizzato che Vlad fosse figlio di Dan I di Valacchia, fratello maggiore di Mircea, e quindi il primo membro della stirpe dei Dănești.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Matei Cazacu, Dracula: la vera storia di Vlad III l'Impalatore, Milano, 2006.
  • O. Iliescu, Vlad I, prince de Valachie: le règne, le sceau et les monnaies, in Revue roumaine d'histoire, XXVII, Bucarest, 1988, pp. 73-105.
  • Constantin C. Giurescu e Dinu C. Giurescu, Istoria Romanilor : volume II (1352-1606), Bucarest, 1976, p. 75.
  • Nicolas Iorga, Histoire des Roumains : volume IV, Les chevaliers, Bucarest, 1937.
  • Nicolas Iorga, Studii şi documente cu privire la istoria românilor : vol. III, Bucarest, 1901.
  • A. D. Xenopol, Istoria românilor din Dacia Traiană : vol. I, Iaşi, 1889.
  • Bogdan Petriceicu Hasdeu, Istoria critică a românilor : vol. I, Bucarest, 1875.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]