Violet Pakenham

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Violet Pakenham con Anthony Powell il giorno del loro matrimonio, nel 1934

Lady Violet Georgiana Pakenham (13 marzo 191212 gennaio 2002) è stata una scrittrice irlandese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Era la terza figlia di Thomas Pakenham, V conte di Longford, e di sua moglie, Lady Mary Julia Child Villiers, figlia di Victor Child Villiers, VII conte di Jersey. Ha studiato presso la St Margaret's School, a Bushey[1].

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Lei si era un memorialista e biografia. Il suo The Life of a Provincial Lady (1988), sulla vita di EM Delafield, ed è stata definita da un critico "una delle migliori biografie letterarie di uno scrittore inglese del ventesimo secolo"[2]. Coloro che conosceva bene la coppia ritiene che Lady Violet desse un contributo significativo per la ricchezza, la profondità e la lucentezza al lavoro del marito[2]. Scrisse una biografia sulla romanziera inglese Flora Annie Steel[3].

Matrimonio[modifica | modifica wikitesto]

Sposò, il 1 dicembre 1934, Anthony Powell, figlio del tenente colonnello Philip Powell. Ebbero due figli[1]:

  • Tristram Roger Dymoke Powell (25 aprile 1940), sposò Virginia Lucas, ebbero due figli;
  • John Marmion Anthony Powell (11 gennaio 1946);

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • The Album of Anthony Powell's Dance to the Music of Time
  • A Compton-Burnett Compendium
  • A Jane Austen Compendium: The Six Major Novels
  • The Constant Novelist: A Study of Margaret Kennedy, 1896–1967
  • Flora Annie Steel: Novelist of India
  • The Irish Cousins: The Books and Background of Somerville and Ross
  • The Life of a Provincial Lady: A Study of E.M. Delafield and Her Works
  • Margaret, Countess of Jersey: A Biography
  • A Substantial Ghost: The Literary Adventures of Maude ffoulkes
  • Five Out of Six: An Autobiography (a reference to her birth order amongst her siblings)
  • Within the Family Circle: An Autobiography
  • The Departure Platform: An Autobiography
  • A Stone in the Shade: Last Memoirs[4]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Lady Violet Powell, 15 gennaio 2002. URL consultato il 15 settembre 2014.
  2. ^ a b Nicholas Birns, Understanding Anthony Powell (2004), p. 7
  3. ^ Frances M. Mannsaker, Flora Annie Steel, Novelist of India by Violet Powell, in Victorian Studies, vol. 26, nº 1, Autumn 1982, pp. 105–106, DOI:10.2307/3827506.
  4. ^ D.J. Taylor, A Stone in the Shade, by Violet Powell - review, Spectator, 10 agosto 2013. URL consultato il 15 settembre 2014.
Controllo di autoritàVIAF (EN92403305 · ISNI (EN0000 0001 0924 9070 · LCCN (ENn50021823 · BNF (FRcb12465859f (data) · NLA (EN35430993
Letteratura Portale Letteratura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di letteratura