Villa di Nerone

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Villa di Nerone
Olympia - panoramio - petiapa (2).jpg
CiviltàImpero romano
Utilizzovilla romana
Localizzazione
StatoGrecia Grecia
ComuneOlimpia
Amministrazione
Sito webodysseus.culture.gr
Mappa di localizzazione

Coordinate: 37°38′16.8″N 21°37′56.28″E / 37.638°N 21.6323°E37.638; 21.6323

La Villa di Nerone, insieme a un arco di trionfo che porta il suo nome, sono stati edificati ad Olimpia a nord-est del Tempio di Zeus Olimpico.[1]

La villa[modifica | modifica wikitesto]

Nerone per fare coincidere il suo soggiorno a Olimpia con i giochi Olimpici, ha ordinato di anticipare di due anni la celebrazione della 211ª Olimpiade, quindi l'Olimpiade fu tenuta nell'anno 67 in luogo del 69[2]; Nerone fece demolire gli edifici greci per costruire la sua villa.[1]

Pianta del Santuario di Olimpia. La Villa di Nerone è indicata con il nº 33.

La residenza di Nerone era composta da vari soggiorni con peristili. Nella parte est inglobò un edificio preesistente di grandi dimensioni e di forma ottagonale, che si pensa fosse un edificio termale.[2]

L'arco di trionfo venne eretto a est del Bouleteurion. È stato utilizzato dai romani che arrivavano ad Olimpia per mare e risalivano il fiume Alfeo fino al Santuario. Successivamente è stato murato dagli Elei.[2]

Poiché Pausania non menziona la città o l'arco e poiché le fasi di costruzione conosciute risalgono al II e al III secolo, è altamente improbabile che la villa sia stata costruita durante il regno di Nerone.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Mee, Christopher; Spawforth, Anthony (2001). Grecia: guía arqueológica. Madrid: Acento. p. 291. ISBN 84-483-0635-X.
  2. ^ a b c Durantes, p. 80.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Durantes, Conrado (1975). Olimpia y los juegos olímpicos antiguos I. Pamplona: Delegación Nacional de Educación Física y Deportes. Comité Olímpico Español. ISBN 84-400-9015-3.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]