Vifredo VI

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: Conti di Piacenza.

Vifredo VI (... – 1082), fu conte di Piacenza dal 1075 circa al 1078 circa.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Castel Goffredo, antico Castrum Vifredi

Era figlio di Ugo II dei Conti di Sabbioneta e di una figlia di Adalberto Atto (Azzo) I degli Obertenghi.

Sposò Adelasia Fontana di Piacenza, discendente forse dei Gandolfingi, sorella di Gregorio, vescovo di Vercelli.[1][2]
Ebbero tre figli:

In uno studio del 2009 si avanza l'ipotesi che il conte Vifredo VI sia il "Vifredi" che, citato in un documento datato Desenzano del Garda 8 luglio 1107 come Castello Vifredi (o Castrum Vifredi)[3], faccia risalire l'origine del toponimo di Castel Goffredo, in provincia di Mantova.[4]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ A. Conti, Gli ascendenti dei Casaloldo. I conti di Sabbioneta e gli ultimi conti di Parma tra il Garda e il Po (secc. XI-XIII), in M. Vignoli, Casaloldo e la battaglia del 10 maggio 1509, Mantova, 2009
  2. ^ Treccani.it. Gregorio Fontana.
  3. ^ Nel documento datato Desenzano del Garda 8 luglio 1107, col quale Matilda Comitissa uxor q.m Ugonis Comitis de Disenzano dona beni in: Marcaregiam, Mosum et Asolam cum ominibus rebus sibi pertinentibus, ut supralegitur in integrum, et omnes res sibi pertinentes in territorio Curtis et Castris Redolisco, et in Gausegnano, et in Casale alto, et in Satalino, et in Castello novo, et Buzolano, et in Ramedello de supra, et in Castello Vifredi, ed in Casale majori, et in Ravaria, et in Mazzano, et Carpenetulo, et in Casale Pauli, et in territorio Curtis et Castri Monteclaro, et in Calcinato, et in Lonato, et in Predizzo, et in Discenzano, tam infra ipsum Castrum, quantum et foris. Post eiusdem Metilde decessum habeat idem Monasterium totas iam dictas res iure proprietario, et quidquid inventum fuerit in sua portione ubique ex hac parte Olei omnia in integrum pro anime sue mercede, et Ugonis viri sui, et filiorum, filiarumque suarum.
  4. ^ Andrea Conti, Gli ascendenti dei Casaloldo. I conti di Sabbioneta e gli ultimi conti di Parma tra il Garda e il Po (secc. XI-XIII), in M. Vignoli, Casaloldo e la battaglia del 10 maggio 1509, Mantova, 2009

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Antonio Racheli, Delle memorie storiche di Sabbioneta. Libri 4, Casalmaggiore, 1849.
  • Andrea Conti, Gli ascendenti dei Casaloldo. I conti di Sabbioneta e gli ultimi conti di Parma tra il Garda e il Po (secc. XI-XIII), in M. Vignoli, Casaloldo e la battaglia del 10 maggio 1509, Mantova, 2009.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]