Viale Spartaco Lavagnini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Coordinate: 43°46′57.62″N 11°15′23.35″E / 43.782672°N 11.256486°E43.782672; 11.256486
L'inizio del viale

Viale Spartaco Lavagnini è un grande viale facente parte dei viali di Circonvallazione, una serie di viali da quattro a sei corsie che circondano il centro di Firenze sulla sponda a nord dell'Arno.

Importante arteria di comunicazione della città, collega la Fortezza da Basso a Piazza della Libertà, intersecandosi con Viale Filippo Strozzi che in quel punto costeggia i Giardini della Fortezza. Su questa via si affacciano diversi locali notturni e ristoranti, oltre che palazzi di notevole livello architettonico come per esempio il grande palazzo dirigenziale delle Ferrovie dello Stato.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il viale venne creato da Giuseppe Poggi a partire dal 1865, demolendo le mura urbane. Inizialmente era intitolato alla principessa, poi regina Margherita di Savoia, ma nel Dopoguerra venne dedicato a Spartaco Lavagnini, il giornalista e sindacalista comunista ucciso dai fascisti nel 1921 nella sede fiorentina del sindacato dei ferrovieri, in via Taddea. Fu scelto proprio questo viale perché all'angolo con via Leone X era stato edificato il palazzo delle Ferrovie dello Stato.

Altre immagini[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Francesco Cesati, La grande guida delle strade di Firenze, Newton Compton Editori, Roma 2003.
  • Vedi anche la bibliografia su Firenze.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Firenze: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Firenze